Singspiel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Singspiel (termine che significa letteralmente "canto e recitazione") è un genere operistico in voga tra il XVIII e il XIX secolo, sorto e sviluppatosi in area tedesco-austriaca ed è caratterizzato dall'alternanza di parti parlate e parti cantate. A differenza dell'opera italiana, che prevede recitativi cantati, nel Singspiel i recitativi sono perciò parlati, in lingua tedesca, come nel teatro di prosa.

I brani vocali sono generalmente semplici e strofici, simili ai Lieder.

Tale genere, come le forme corrispondenti della ballad opera inglese, dell' opéra-comique francese e della zarzuela spagnola, appartiene alla sfera del teatro popolare, non colto, scritto in lingua locale e destinato a piccoli palcoscenici, e sarà un'anticipazione dell'operetta.

I soggetti prediletti sono fantastici, favolistici o parodistici, comunque di facile presa sul pubblico: nonostante ciò, il Singspiel comincia a essere nobilitato grazie all'interessamento di musicisti notevoli, quali Johann Adam Hiller, Carl Ditters von Dittersdorf, Joseph Haydn e Josef Bárta. È però con i due capolavori mozartiani, Il ratto dal serraglio e Il flauto magico, che il Singspiel assurge a prototipo di opera nazionale tedesca. Inoltre, all'inizio dell'Ottocento, si rifaranno a questa forma popolare Ludwig van Beethoven e Carl Maria von Weber per realizzare le loro opere "tedesche", Fidelio e Der Freischütz.

Esempi di Singspiel[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]