Silver Apples

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Silver Apples
Silver Apples
Silver Apples
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rock psichedelico
Musica elettronica
Proto-punk
Musica sperimentale
Periodo di attività 1967-1970
1996 - 1999
2006 -in attività
Sito web

I Silver Apples sono un gruppo psichedelico ed elettronico formatosi a New York come duo da Simeon Coxe e Danny Taylor.

Sono stati tra i pionieri della fusione tra rock ed elettronica.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Attivi in questa veste dal 1967 al 1969, i Silver Apples rivoluzionarono il concetto tradizionale di gruppo rock con un organico composto da Taylor alla batteria e percussioni e Cox alla voce e al Simeon, dispositivo elettronico composto da 9 oscillatori e 86 controlli manovrabili attraverso mani, gomiti, ginocchia e piedi. Ascoltando le tracce contenute nel primo album omonimo Silver Apples e nel successivo Contact, sono evidenti le loro influenze sul krautrock, il synth-pop, la new wave, la techno e più in generale su gran parte dell'elettronica degli anni novanta.[2]

Riesumato il nome del gruppo negli anni novanta del XX secolo Coxe realizzerà, con l'aiuto di nuovi collaboratori, alcune uscite discografiche inevitabilmente incapaci di riproporre l'impatto rivoluzionario dei primi due album.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

  • Silver Apples (1968)
  • Contact (1969)
  • Beacon (1998) Raccolta di brani inediti ed editi rivisitati
  • Beacon - Remixed (1998) Con autori vari
  • Garden (1998) Con materiale risalente al 1969
  • Decatour (1998)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Silver Apples, scaruffi.com.
  2. ^ Silver Apples, ondarock.it.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]