Shailja Patel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Shailja Patel (Nairobi, ...) è una poetessa keniana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata in Kenia da una famiglia di origine indiana, Shailja passa la sua infanzia nel paese africano, dove fa esperienza dalle conseguenze della globalizzazione sull'Africa, fondamentali tematiche della sua opera. Trasferitasi in Gran Bretagna, si è laureata in economia e scienze politiche, spostandosi poi negli Stati Uniti.

Nel 2008 pubblica Migritude I: When Saris Speak, raccolta poetica fondata sul concetto di "migritudine", condizione che caratterizza l'era globale presso le popolazioni del Sud del mondo: quella di Shailja è poesia in movimento[1] , nella quale, pensata per la recitazione-rappresentazione, è fondamentale l'apporto delle tonalità vocali e dei movimenti del corpo della poetessa.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Internazionale n.763, p.66.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 145661558 LCCN: n2010055140