Sex and Fury

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Sex and Fury
Sex and Fury.JPG
Ochō in una scena del film
Titolo originale 不良姐御伝 猪の鹿お蝶
Furyō anego den: Inoshika Ochō
Lingua originale giapponese, inglese
Paese di produzione Giappone
Anno 1973
Durata 88 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere azione, drammatico
Regia Norifumi Suzuki
Soggetto Tarō Bonten
Sceneggiatura Masahiro Kakefuda, Norifumi Suzuki
Produttore Kanji Amao
Casa di produzione Toei Company
Fotografia Motoya Washyo
Montaggio Isamu Ichida
Musiche Ichirō Araki
Interpreti e personaggi

Sex and Fury (不良姐御伝 猪の鹿お蝶 Furyō anego den: Inoshika Ochō?) è un film del 1973, diretto da Norifumi Suzuki.

Lanciò l'attrice Reiko Ike, facendola divenire un'icona del genere Pinky Violence, e generò un sequel, intitolato Female Yakuza Tale: Inquisition and Torture, diretto da Teruo Ishii e interpretato sempre dalla Ike nel 1973.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1886 una bambina vede morire sotto i suoi occhi il proprio padre. Questi, prima di morire, mostra alla bambina tre carte raffiguranti un cervo, un cinghiale e una farfalla.

Nel 1905 la bambina, ormai divenuta una donna, è una ladra e esperta giocatrice d'azzardo. Il suo nome è Ochō, ed è molto abile con la spada. Un uomo sul punto di morte consegna alla donna i soldi da portare alla sorella, finita in un bordello. Una volta trovata la donna, Ocho scopre che è tenuta soggiogata da un diplomatico. Per riscattare la ragazza, Ochō inizia una partita a poker con Caterina, l'amante dell'ambasciatore inglese. La partita viene però interrotta dall'arrivo di un rivoluzionario giapponese, amante segreto di Caterina e già incontrato e salvato da Ochō in precedenza.

Ochō si trova così implicata in una complicata vicenda politica tra Giappone e Inghilterra, e alla fine riesce ad ottenere la sua vendetta, rimanendo però gravemente ferita e lasciando dietro di sé una lunga scia di sangue.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema