Scisto bituminoso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Campione di scisto bituminoso del giacimento di Messel, in Germania

Gli scisti bituminosi sono sedimenti di colore nero estremamente ricchi di bitume derivante dall’alto contenuto in sostanze organiche.

A partire dal 2002 l'Oil & Gas Journal (OGI) li annovera tra le riserve petrolifere. È possibile, infatti, estrarvi bitume, da cui è possibile ottenere petrolio, ma sono necessari complessi procedimenti chimici che, in passato, non risultavano economicamente vantaggiosi. Dal 2003, all'aumentare del prezzo del greggio, risultano utilmente sfruttabili.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]