Santiago Barragán

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santiago Barragán Portilla
Dati biografici
Nazionalità Spagna Spagna
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2006 in classe 250
GP disputati 3
Carriera in Supersport
Esordio 2008
GP disputati 12
Carriera in Superbike
Esordio 2011
GP disputati 2
 

Santiago Barragán Portilla (Almendralejo, 18 marzo 1987) è un pilota motociclistico spagnolo.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Appassionato di corse motociclistiche fin da bambino, viene selezionato nel 2004 tra i 22 piloti (su 4.587) ammessi a partecipare alla MoviStar Junior Cup, iniziativa organizzata dal colosso delle telecomunicazioni Telefónica e dalla Federazione motociclistica spagnola allo scopo di avvicinare i giovani piloti alle competizioni professionistiche; al termine delle sette gare in programma, Barragán si qualifica quinto in classifica generale, vincendo l'ultima gara sul circuito di Jerez de la Frontera.

Le sue buone prestazioni nel 2005 e nel 2006 lo fanno notare da alcuni team. In quest'ultimo anno, con il team condotto dall'ex pilota Emilio Alzamora, partecipa al campionato spagnolo Supersport con una Honda CBR 600RR (9º a fine stagione)[1] ed esordisce nel motomondiale come wild card al Gran Premio della Comunità Valenciana.[2] Sempre nel 2006 corre come wild-card a Valencia nel campionato europeo Superstock 600 con una Yamaha YZF R6 del team Laglisse, giungendo al 3º posto in gara e piazzandosi al 20º posto in classifica piloti con 16 punti.

Nel 2007 tenta di trovare una squadra per competere stabilmente nel motomondiale, ma non riesce a trovare un ingaggio e disputa pertanto ancora il campionato nazionale Supersport (terminando quindicesimo)[1], con il team condotto da Sito Pons; viene iscritto comunque come wild card a quattro Gran Premi, ma soltanto in due di questi riesce a prendere il via.

Nel 2008 partecipa al campionato mondiale Supersport con una Honda CBR600RR del team Glaner Motocard.com, con Joan Lascorz come compagno di squadra. A differenza di quest'ultimo però non ottiene punti, avendo fatto registrare come miglior risultato la ventesima posizione nella gara inaugurale in Qatar.

Nel 2009 prende parte alla Superstock 1000 FIM Cup con la Honda CBR1000RR del team Holiday Gym Racing, ottenendo 18 punti e il 17º posto nella classifica finale. Nello stesso anno partecipa, sempre in sella ad una Honda, al campionato spagnolo Formula Extreme, aperto a motociclette di 1000cm³ derivate dalla serie. Termina la stagione al 12º posto[1] e prende parte anche al campionato europeo Superstock 1000, disputato in prova unica sul circuito di Albacete, dove chiude quinto.[3]

L'anno successivo è invece 2º nel campionato spagnolo Stock Extreme[1] e si laurea campione europeo Superstock 1000; inoltre fa una nuova apparizione nella Coppa del Mondo Superstock 1000 a Valencia come wild-card con l'Extremadura Jr Team, piazzandosi ottavo in gara e 25° nella classifica generale con 8 punti.

Il 2011 lo vede al 6º posto nell'europeo. Viene inoltre chiamato dal Team Pedercini a sostituire l'infortunato Roberto Rolfo nel mondiale Superbike durante l'ultima prova a Portimão.

Risultati in gara[modifica | modifica sorgente]

Motomondiale[modifica | modifica sorgente]

2006 Classe Moto Flag of Spain.svg Flag of Qatar.svg Flag of Turkey.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the United States.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of Japan.svg Flag of Portugal.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
250 Honda 23 0
2007 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Spain.svg Flag of Turkey.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the United States.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of San Marino.svg Flag of Portugal.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
250 Honda Rit NQ NQ 24 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Campionato mondiale Supersport[modifica | modifica sorgente]

2008 Moto Flag of Qatar.svg Flag of Australia.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of San Marino.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of Portugal.svg Punti Pos.
Honda 20 30 Rit 25 22 Rit 27 Rit 28 24 22 23 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.

Campionato mondiale Superbike[modifica | modifica sorgente]

2011 Moto Flag of Australia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of Portugal.svg Punti Pos.
Kawasaki 20 Rit 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Non disputata/Non valida Non qual./Non part. Squalificato Ritirato

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Classifiche sul sito ufficiale del Campionato spagnolo Velocità
  2. ^ (ES) Articolo sulla stampa spagnola
  3. ^ UEM Annuaire 2010 - Annuario dell'Unione Motociclistica Europea

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]