Richard Pipes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Richard Pipes (2004)

Richard Edgar Pipes (Cieszyn, 11 luglio 1923) è uno storico statunitense specializzato in storia della Russia. Durante la guerra fredda guidò il Team B.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Richard Pipes è nato a Cieszyn, Polonia da una ricca famiglia di ebrei. Suo padre, grande patriota, combatté nelle legioni del maresciallo Pilsudski, e possedeva un'affermata fabbrica di cioccolata. Il giovane Richard, durante la sua infanzia, subì l'influenza culturale polacca e tedesca, non quella sovietica. Con l'occupazione della Polonia, nell'Ottobre 1939, la famiglia ebrea dei Pipes fuggì, arrivando negli USA nel luglio del 1940, dopo un breve periodo passato nell'Italia fascista.[1] Pipes diventò un cittadino degli Stati Uniti nel 1943 mentre serviva nel United States Army Air Corps. Deve la sua educazione al Muskingum College, Cornell University e ad Harvard. Nel 1946 prese per moglie Irene Eugenia Roth, ed ebbe con lei due figli. Daniel Pipes, suo figlio, è un neocon specializzato in storia del Medio Oriente ed è un beneficiario dell'U.S. Institute of Peace.

Pipes ha insegnato ad Harvard a partire dal 1950 fino al 1996, data del suo ritiro. Ricoprì la carica di direttore del Centro di Ricerche sulla Russia di Harvard, dal 1968 al 1973, ed è ora professore emerito di storia ad Harvard. Ha lavorato come senior consultant all'Istituto di Ricerca della Stanford University, dal 1973 al 1978. Durante gli anni settanta fu consigliere a Washington del senatore Henry M. Jackson. Nel 1981-1982 è stato membro del Consiglio di Sicurezza Nazionale come Direttore dell'ufficio affari dell'Est Europeo sotto il presidenteRonald Reagan. Inoltre fu membro del Committee on Present Danger dal 1977 al 1992, e del Council of Foreign Relations. Negli anni settanta, Pipes fu un feroce critico della distensione, che descrisse essere "ispirata da indolenza intellettuale e basata sull'ignoranza dei propri avversari e, quindi, per sua natura, inetta".[2]

Richard Pipes ha scritto 21 libri ed è membro di molti comitati editoriali.

Lavori[modifica | modifica sorgente]

  • The Formation of the Soviet Union, Communism and Nationalism, 1917-1923 (1954)
  • The Russian Intelligentsia (1961)
  • Social Democracy and the St. Petersburg Labor Movement, 1885-1897 (1963)
  • Struve, Liberal on the Left (1970)
  • Russia Under the Old Regime (1974)
  • Soviet Strategy in Europe (1976)
  • Struve, Liberal on the Right, 1905-1944 (1980)
  • U.S.-Soviet Relations in the Era of Détente: a Tragedy of Errors (1981)
  • Survival is Not Enough: Soviet Realities and America's Future (1984)
  • Russia Observed: Collected Essays on Russian and Soviet History (1989)
  • The Russian Revolution (1990)
  • Russia Under the Bolshevik Regime: 1919-1924 (1993)
  • Communism, the Vanished Specter (1994)
  • A Concise History of the Russian Revolution (1995)
  • The Three "Whys" of the Russian Revolution (1995)
  • The Unknown Lenin: From the Secret Archive (1996)
  • Property and Freedom (1999)
  • Communism: A History (2001)
  • Vixi: Memoirs of a Non-Belonger (2003)
  • The Degaev Affair: Terror and Treason in Tsarist Russia (2003)
  • Russian Conservatism and Its Critics (2006)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sergio Romano, Memorie di un conservatore, TEA, 2005, p. 180, ISBN 88-304-2128-6.
    * Notes on Professor Richard Pipes in www.SW-Asia.com. URL consultato il 28 gennaio 2006.
  2. ^ Bogle, Lori Lyn "Pipes, Richard" page 922.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Bogle, Lori Lyn "Pipes, Richard" pages 922-923 from The Encyclopedia of Historians and Historical Writing edited by Kelly Boyd, Volume 2, London: Fitzroy Dearborn Publishing, 1999.
  • Kenez, Peter "The Prosecution of Soviet History: A Critique of Richard Pipes' The Russian Revolution" pages 345-351 from Russian Review, Volume 50, 1991.
  • Malia, Martin Edward "The Hunt for the True October" pages 21-28 from Commentary, Volume 92, 1991.
  • Somin, Ilya "Riddles, Mysteries, and Enigmas: Unanswered Questions of Communism's Collapse" pages 84-88 from Policy Review, Volume 70, 1994.
  • Stent, Angela "Review of U.S-Soviet Relations in the Era of Detente" pages 91-92 from Russian Review, Volume 41, 1982.
  • Szeftel, Marc "Two Negative Apraisals of Russian Pre-Revolutionary Development" pages 74-87 from Canadian-American Slavic Studies, 1980.

Controllo di autorità VIAF: 7430285 LCCN: n80005118

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie