Rafael Aǧhayev

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rafael Aǧhayev
Rafayel Agayev.jpg
Dati biografici
Nome Rafael Aǧhayev Mhair
Nazionalità Azerbaigian Azerbaigian
Altezza 167 cm
Peso 74 kg
Karate Karate icon.svg
Dati agonistici
Specialità Kumite
Categoria -65
-70kg
-75kg
Palmarès
Transparent.png Campionati Europei
Oro Mosca 2004 -65kg
Oro Mosca 2004 Open
Oro Tenerife 2005 Open
Oro Bratislava 2007 -70kg
Oro Bartislava 2007 Open
Bronzo Bartislava 2007 A squadre
Argento Tallinn 2008 -70kg
Oro Tallinn 2008 Open
Bronzo Tallinn 2008 A squadre
Oro Zagabria 2009 -75kg
Bronzo Zagabria 2009 A squadre
Oro Atene 2010 -75kg
Bronzo Atene 2010 A squadre
Bronzo Zurigo 2011 -75kg
Bronzo Tenerife 2012 -75kg
Bronzo Tenerife 2012 A squadre
Oro Budapest 2013 -75kg
Transparent.png Campionati Mondiali
Oro Tampere 2006 -70kg
Oro Tokio 2008 -70kg
Oro Tokio 2008 Open
Oro Belgrado 2010 -75kg
Argento Belgrado 2010 A squadre
Argento Parigi 2012 -75kg
Transparent.png Giochi mondiali
Oro Cali 2013 -75kg
Transparent.png World Combat Games
Oro San Pietroburgo 2013 -75kg
Statistiche aggiornate al 26 novembre 2013

Rafael Aǧhayev (Sumqayit, 4 marzo 1985) è un karateka azero, più volte campione mondiale ed europeo e capitano della Nazionale Azera di Karate.. Viene da una famiglia di sportivi. Infatti suo padre è stato un calciatore professionista, mentre i suoi due fratelli maggiori, Ruslan e Rustam, praticano rispettivamente judo e pugilato.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Inizia a praticare karate all'età di 7 anni per volontà del padre e a 18 entra all'ADBTIA, l' "Accademia Nazionale dell'Azerbaigian di Cultura Fisica e dello Sport" di Baku per studiare da istruttore di karate presso il "Dipartimento delle Arti Marziali e delle sue tecniche", laureandosi nel 2007. L'anno successivo presta servizio militare per il suo Paese e successivamente viene trasferito nel gruppo sportivo del Ministero della Difesa in qualità di atleta promettente. Durante le prime gare a livello nazionale viene notato dal presidente della federazione nazionale Yashar Bashirov e già nel 1997, all'età di 12 anni, inizia a gareggiare a livello internazionale. La prima gara è stata nel 1997 a Miskolc, Ungheria in occasione della Open World Cup non riuscendo però a salire sul podio. Da cadetto (14-16 anni) e junior (18-20 anni) partecipa a vari campionati europei e mondiali di categoria ottenendo 3 ori e 3 bronzi fra competizioni individuali e a squadre.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

A 21 anni entra a far parte stabilmente della nazionale maggiore ritagliandosi subito il ruolo di leader fra i suoi compagni grazie ai suoi successi. È infatti l'unico karateka ad aver vinto il titolo di categoria e quello open nella stessa rassegna al mondiale 2008 e all'europeo 2007. Solo Gustaaf Lefevre è riuscito a fare lo stesso all'europeo 1999. Complessivamente, tra competizioni individuali e a squadre, vanta 9 ori, 1 argento e 7 bronzi ai campionati europei e 4 ori e 2 argenti ai campionati mondiali oltre a un oro ai Giochi mondiali 2013 e agli World Combat Games 2013.

Rivalità[modifica | modifica sorgente]

In questi ultimi anni si è scontrato più volte sul tatami contro Luigi Busà, un altro grande campione italiano. Dal 2009 ad oggi si sono affrontati in 7 occasioni durante una finale o una semifinale: per 5 volte ha trionfato Aǧhayev (4 finali: europeo 2009, mondiale 2010, World Games 2013, World Combat Games 2013; e una semifinale: europeo 2013) e per due volte Busà (finale al mondiale 2012 e alla semifinale del europeo 2011).

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Per i suoi successi ha ricevuto vari premi dalle istituzioni (dal Comitato Olimpico Nazionale e dal Ministro della Gioventù e dello Sport). È stato inoltre inserito per più anni consecutivi nella lista dei 10 migliori atleti dell'anno nel proprio Paese. Sempre per i suoi successi la Banca Internazionale dell'Azerbaigian (in qualità di principale sponsor della nazionale di karate azera) gli ha donato un appartamento a Baku e una Audi Q7.

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]