Quinto Real

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'imposta spagnola istituita nel 1504, vedi Quinto del Rey.
Quinto Real
(FR) Pays Quint
(ES) Quinto Real
(EU) Kintoa
Stati Spagna Spagna
Francia Francia
Regioni Navarra Navarra
Flag of Aquitaine.svg Aquitania
Superficie km²
Abitanti (2010)
Lingue francese, spagnolo, basco
Fusi orari UTC+1
Nome abitanti (FR) quintois

Coordinate: 43°02′N 1°26′W / 43.033333°N 1.433333°W43.033333; -1.433333

Il Quinto Real (in francese Pays Quint, in spagnolo Quinto Real, in basco Kintoa, in occitano País Quint) è una parte di territorio spagnolo della Navarra (del comune di Erro) al sud del confine francese sotto amministrazione francese, dato che la Francia paga una rendita annuale alla Spagna.

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

Secondo l'archivista francese Paul Raymond (1833-1878) il toponimo deriva dal quinto (in fr. quint) che durante il Medioevo era la quinta parte del prezzo di vendita destinata al nobile, in questo caso "reale" perché trasferita da Carlo III, re di Navarra, ai baroni di Espelette[1][2]

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il Quinto Real, è situato nei Pirenei al sud della vallée des Aldudes, al confine con i comuni Aldudes, di Urepel e di Banca. Il territorio è esteso per sei chilometri, di cui due ricoperti da boschi e il punto più elevato è il monte Adi (1.457 m).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Territorio per lungo tempo contestato tra i pastori francesi di Baïgorry e quelli spagnoli di Erro. Con la firma del Trattato di Bayonne firmato il 2 dicembre 1856 firmato tra l'imperatore dei francesi Napoleone III e la regina di Spagna Isabella II[3], confermato dai trattati successivi.

Comunicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il Quinto Real è raggiungibile dalla Spagna dalla NA-138 che parte da Zubiri, a sua volta comodamente collegato a Pamplona e dalla Francia tramite la RD948 che arriva fino a Saint-Martin-d'Arrossa.

Statuto particolare[modifica | modifica wikitesto]

Al giorno d'oggi lo statuto ibrido permane e la Francia si occupa del servizio postale (La Poste), ERDF dell'elettricità (presente dal 1979 e il telefono dal 1983) e la Guardia Civil spagnola della sicurezza. Nel 2010 risultavano 8 abitanti che pagano le imposte fondiarie alla Spagna e le tasse sull'abitazione alla Francia, i bambini vanno studiare alla scuola francese e beneficiano delle prestazioni sociali francesi[4] .

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paul Raymond, Dictionnaire topographique Béarn-Pays basque
  2. ^ 1614, volume CXV, feuillets 115 et suivants de la collection Duchesne dont les volumes 99 à 114 renferment les papiers d'Oihénart, ancienne bibliothèque impériale - Bibliothèque nationale de France
  3. ^ "Traité pour déterminer la frontière depuis l'embouchure de la Bidassoa jusque'au point ou confinent le département des Basses-Pyrénees, l'Aragon en la Navarre, signé a Bayonne"
  4. ^ Gérard Moutche, Que disent les maisons basques?', Éditions Atlantica - avril 2010, Parigi, 2010 ISBN 978-2-7588-0177-1

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pierre Hourmat, Contribution à l'histoire du Pays Quint: problèmes frontaliers au début du XIXe siècle, Euskal Herria (1789-1850), Actes du Colloque international d'études basques, Bordeaux, 3-5 mai 1973, Bayonne, 1978, p. 97-127
  • Fernando de Arvizu, El Conflicto de los Alduides (Pirineo navarro), Pamplona, 1992
  • Gérard Moutche, Que disent les maisons basques?, Éditions Atlantica - avril 2010, Parigi, 2010 ISBN 978-2-7588-0177-1

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]