Pseudochirulus caroli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Coda ad anello dei Weyland
Immagine di Pseudochirulus caroli mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Diprotodontia
Sottordine Phalangeriformes
Superfamiglia Petauroidea
Famiglia Pseudocheiridae
Sottofamiglia Pseudocheirinae
Genere Pseudochirulus
Specie P. caroli
Nomenclatura binomiale
Pseudochirulus caroli
(Thomas, 1921)
Areale

Weyland Ringtail Possum area.png

Il coda ad anello dei Weyland (Pseudochirulus caroli Thomas, 1921) è un marsupiale arboricolo della famiglia degli Pseudocheiridi[2]. Deve il nome scientifico al suo scopritore, il collezionista Charles B. Pratt[3].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il coda ad anello dei Weyland è ricoperto da un manto folto, soffice e lanoso, di colore grigio chiaro sulle regioni superiori e bianco su quelle inferiori; la parte esterna delle zampe assume una tonalità marroncina. La parte terminale della coda, di colore bianco, è glabra sulla parte inferiore ed, essendo prensile, viene utilizzata per muoversi tra i rami. Le prime due dita delle zampe anteriori sono opponibili rispetto alle altre tre. Le femmine hanno quattro capezzoli, ma solo due di essi sono funzionali. Pesa circa 440 g[4].

Biologia[modifica | modifica sorgente]

La coda prensile dei coda ad anello dei Weyland ha la parte terminale, come indica il nome, curvata a forma di anello; questi animali sono notturni, durante il giorno restano nascosti nelle cavità degli alberi o in nidi formati da foglie e corteccia d'albero, e si nutrono di frutti, foglie, fiori, insetti e piccoli vertebrati. Il marsupio ha l'apertura anteriore e le femmine partoriscono uno o due piccoli per volta.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Il coda ad anello dei Weyland è diffuso nella parte occidentale della Cordigliera Centrale della Nuova Guinea; vive nelle foreste pluviali, dal livello del mare a circa 2200 m di quota[1].

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Sono state riconosciute due sottospecie:

  • P. c. caroli Thomas, 1921: monti Weyland (Provincia di Papua);
  • P. c. versteegi Thomas, 1922: Provincia di Papua.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Lamoreux, J. & Hilton-Taylor, C. (Global Mammal Assessment Team) 2008, Pseudochirulus caroli in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Pseudochirulus caroli in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005. ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Bo Beolens, Michael Watkins, Michael Grayson, The Eponym Dictionary of Mammals, JHU Press, 2009, p. 72. ISBN 0-8018-9533-2.
  4. ^ Hugh Tyndale-Biscoe, Life of Marsupials, Csiro Publishing, 2005, p. 248. ISBN 0-6430-9921-2.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Mammiferi