Pieter Brueghel il Giovane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antoon van Dyck, Ritratto di Pieter Brueghel il Giovane

Pieter Brueghel il Giovane, detto Brueghel degli Inferi (Bruxelles, 1564Anversa, 1638), è stato un pittore fiammingo attivo a cavallo tra il XVI e il XVII secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Appartenne ad una grande famiglia di pittori fiamminghi: furono grandi artisti anche il padre Pieter il Vecchio ed il fratello Jan.

Perse il padre all'età di cinque anni e venne avviato al mestiere del genitore nella bottega del maestro Gillis van Coninxloo, di cui in seguito sposò la figlia: divenne egli stesso maestro nel 1585 e si specializzò nella realizzazione di dipinti di genere e nella riproduzione dei dipinti del padre, di cui fu uno dei più fedeli imitatori. Nello stesso anno divenne maestro nella corporazione di S.Luca ad Anversa.

Le tematiche ricorrenti come gli incendi e gli inferni evidenziarono la maggiore autonomia del pittore rispetto al padre ed una migliore inventiva.

Il soprannome degli Inferi gli venne attribuito per la sua predilezione per le scene di incendio o ambientate in ambienti infernali che furono caratteristiche della sua tarda produzione.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 106974142 LCCN: n50082822