Gillis van Coninxloo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
G. van Coninxloo, Elia nutrito dai corvi, Bruxelles, Musées Royaux des Beaux Arts

Gillis van Coninxloo (Anversa, 1544Amsterdam, 1607) è stato un pittore fiammingo attivo in Francia, Olanda, Zelanda e a Francoforte tra il XVI e il XVII secolo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato ad Anversa, fu allievo dei pittori Pieter Cock, Lenaert Kroes e Jan Mastaert e nel 1570 fu ammesso alla Gilda di San Luca: conclusa la sua formazione si stabilì in Francia, da dove dovette emigrare nel 1587 a causa delle Guerre di Religione (era di religione protestante).

Divenne uno dei più importanti pittori di paesaggi del tempo (fu probabilmente lui ad introdurre l'uso di inserire nei paesaggi della piccole scene di storia, di mitologia o a sfondo sacro): alla sua bottega venne affidata la formazione artistica degli orfani di Pieter Bruegel il Vecchio, Jan e Pieter il Giovane (che divenne poi suo genero).

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 908268 LCCN: nr2001019326