Petr Král

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Petr Král

Petr Král (Praga, 4 settembre 1941) è uno scrittore e poeta ceco.

Dopo essersi diplomato in una scuola di cinematografia, ha lavorato per una casa editrice. Nel 1968, è emigrato in Francia dove ha lavorato in una galleria, in un negozio fotografico, come insegnante, interprete, traduttore, sceneggiatore, critico ecc. Nel 1984 ha vissuto a Québec. Dal 1990 al 1991 è stato un consigliere nell'ambasciata Ceca a Parigi. È in grado di tradurre da e in Francese (per lo più poesia moderna). Ha pubblicato diverse antologie. Dall'aprile 2006, risiede a Praga.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Petr Král ha iniziato a scrivere sotto l'influenza del surrealismo, ma dal 1970, i suoi libri dimostrano che essere totalmente appagati è qualcosa che il metodo surrealista non può dare. Scrive dell'eterno desiderio che si è autoalimentato, e forse si lega al consumo della persona che desidera. Le parole emblematiche di Král potrebbero essere: "Noi non moriamo, peggio: svaniamo. In altre parole, non siamo mai stati. Non c'è realtà." [1]

  • Vlasta Burian (+ A. Král), 1969
  • Prázdno světa, 1986
  • Svědek stmívání, 1987
  • Éra živých, 1989
  • P. S. čili Cesty do ráje, 1990
  • Právo na šedivou, 1991
  • Pocit předsálí v aixské kavárně, 1991
  • Med zatáček čili Dovětek k dějinám, 1992
  • Voskovec a Werich čili Hvězdy klobouky, 1993
  • Tyršovské přeháňky, 1994
  • Fotografie v surrealismu, 1994
  • Arsenál, 1994
  • Soukromý život, 1996
  • Pařížské sešity, 1996
  • Mramor se jí studený (antologia del movimento Surrealista Belga, come editore), 1996
  • Staronový kontinent, 1997
  • Chiméry a exil, 1998
  • Groteska čili Morálka šlehačkového dortu, 1998
  • Praha, 2000
  • Pro anděla, 2000
  • Základní pojmy, 2002
  • Anthologie de la poésie tchèque contemporaine, 2002 (come editore, pubblicato in Francia da Gallimard)
  • Bar Příroda čili Budoucnost 5 km, 2004
  • Masiv a trhliny, 2004
  • Přesuny, 2005
  • Arco a jiné prózy, 2005
  • Hm čili Míra omylu, 2006
  • Úniky a návraty (intervista con Petr Král da Radim Kopáč), 2006

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Letteratura ceca

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 19679709

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie