Passo del Vachir

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Passo del Vachir
Stati Afghanistan Afghanistan
Cina Cina
Regione Badakhshan
Xinjiang
Provincia Distretto del Wakhan
Contea Autonoma Tagica di Tashkurgan
Località collegate Baza'i Gonbad
Tashkurgan
Altitudine 4.923 m s.l.m.
Coordinate 37°05′14″N 74°29′03″E / 37.087222°N 74.484167°E37.087222; 74.484167Coordinate: 37°05′14″N 74°29′03″E / 37.087222°N 74.484167°E37.087222; 74.484167
Infrastruttura sentiero (lato afghano)
pista (lato cinese)
Lunghezza da Baza'i Gonbad 30 km, da Tashkurgan 100 km
Chiusura invernale ottobre-aprile 
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Afghanistan
Passo del Vachir

Il passo del Vachir o Wakhjir o Wachir (in cinese semplificato 瓦赫吉尔山口, in cinese tradizionale 瓦赫吉爾山口, in pinyin Wǎhèjí'ěr Shānkǒu, in persiano کوتل وجیر Kōtal-e Vakhjīr, in inglese Wakhjir Pass) è un passo a 4.923 m d'altezza ed è l'unico passaggio possibile tra la Cina e l'Afghanistan, essendo attraversato da una mulattiera è frequentemente inagibile d'inverno. Il passo collega la valle afghana del Pamir Wakhan con quella cinese del Pamir Taghdumbash. Sul passo si ha il più notevole cambiamento d'ora di tutte le frontiere internazionali che risulta essere di 3 ore e mezza di differenza (da UTC+4:30 in Afghanistan a UTC+8 in Cina). Il passo è raggiungibile dal paese afgana di Baza'i Gonbad nel Badakhshan e Tashkurgan nello Xinjiang. La parte afgana del passo è controllata dal 1996 dall'Alleanza del Nord dalle truppe fedeli al figlio di Ahmad Shah Massoud.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cina Portale Cina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cina