Passaggio in India (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Passaggio in India
Titolo originale A Passage to India
Autore Edward Morgan Forster
1ª ed. originale 1924
Genere romanzo
Lingua originale inglese

Passaggio in India è un romanzo dello scrittore britannico Edward Morgan Forster, pubblicato per la prima volta in Gran Bretagna nel 1924. Il romanzo vinse il James Tait Black Memorial Prize per la narrativa.

Da esso è stato tratto un film omonimo nel 1984 per la regia di David Lean.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Mrs Moore, un'anziana signora inglese compie un viaggio in India con la giovane Adela Quested, fidanzata del figlio Ronny, magistrato civile nella città indiana di Chandrapore. Durante il viaggio fanno la conoscenza di Turton, massimo rappresentante della corona britannica a Chandrapore. Appena arrivata Mrs Moore conosce in una moschea il dr. Aziz, giovane medico indiano musulmano, già vedovo con tre figli (Ahmed, Karim e Jamila), che prova sentimenti di ammirazione e invidia per gli inglesi.

È questo il tema dominante del libro: la diversità sociale e culturale tra gli inglesi colonizzatori e gli indiani colonizzati che vivono separati ognuno nel proprio mondo chiusi in se stessi.

Mrs Moore e Miss Quested, sono invece desiderose di capire l'India e la sua civiltà, e l'occasione di farlo viene loro offerta dalla conoscenza di Aziz, di Godbole, un professore di filosofia induista e di Cyril Fielding, direttore di un college governativo della città, amico dei due, anticonformista, di idee avanzate e aperto nei confronti della cultura indiana.

In occasione di un incontro organizzato da Mr. Fielding a cui partecipano Aziz, Mrs. Moore, Miss Quested e il Prof. Godbole, Aziz viene interrogato sulle colline che si vedono all'orizzonte. Aziz in realtà non sa molto delle cave di Marabar, ma cerca di illustrarne comunque alcune caratteristiche alle due donne e le invita a una gita. L'invito però non era da prendersi alla lettera, secondo le norme della cultura indiana (e di altre culture dell' Estremo Oriente) che le due inglesi non conoscono, come dimostra un episodio precedente con una famiglia indiana incontrata a un party organizzato per presentare la parte più illustre della comunità indiana alle nuove arrivate della comunità inglese: le due donne, come in questo caso, erano state invitate a casa della famiglia promettendo di mandare un mezzo a prenderle, ma nessuno di fatto si era presentato. Aziz, quindi, si ritrova a dover far fronte a enormi spese per l'organizzazione della gita, facendo anche attenzione a non scontentare o mettere in pericolo le due donne inglesi.

Dopo un viaggio in treno, le donne sono trasportate su un elefante, secondo i piani di Aziz, fino alle cave in cui entrano tutti i partecipanti (tranne Fielding e Godbole che erano rimasti a Chandrapore a causa del ritardo per la preghiera del professore). Mrs Moore, affaticata dal lungo cammino e impressionata dall'oscurità e dalla rimbombante eco delle grotte, preferisce fermarsi all'aperto e riposarsi, mentre Adela ed Aziz proseguono la visita salendo fino alle grotte più alte con la sola guida. Adela è ancora perplessa riguardo al suo matrimonio con Ronny, che forse non ama, e fa qualche domanda ad Aziz sul suo matrimonio, domande che Aziz trova piuttosto impertinenti. Arrivati alle grotte più alte Aziz entra in una di esse nella speranza di riuscire a riprendersi dalla stizza originata dalle domande di Adela, mentre Adela entra in un'altra grotta dove vive un'esperienza di smarrimento, simile a quella di Mrs. Moore. Aziz esce dalla cava e chiede alla guida dove sia Adela, ma la guida non sa rispondergli e vedendo una macchina in lontananza pensa che abbia incontrato degli amici e sia tornata in città con loro.

Nel frattempo Fielding raggiunge il gruppo, con grande sollievo di Aziz e tutti ritornano a Chandrapore dove sono accolti dalla polizia che cattura Aziz. Questi incredulo non ne capisce il motivo e a questo punto, progressivamente il lettore viene messo al corrente di quello che è successo mentre Aziz era nella grotta: Adela, non solo ha provato un senso di smarrimento, ma è convinta che Aziz abbia abusato di lei e corsa fuori dalla cava ha raggiunto la macchina di Miss Derek che l'ha riportata a Chandrapore, dove viene accudita da lì in poi dai Callendar (il cui marito è il superiore di Aziz all'ospedale della città).

Mr. Fielding, incredulo quanto Aziz, si schiera subito a favore dell'amico e chiede al capo della polizia Mr. McBride, noto per una sua teoria su come il meteo influenzi il temperamento degli indiani, più dettagli riguardo all'accaduto e che McBride si rifiuta di confidargli. Da questo punto in poi emerge ancora di più il carattere politico e pubblico di ogni cosa che accade nelle colonie: non esiste una dimensione del privato e la stessa vicenda diventa un caso politico, perciò sia gli indiani che gli inglesi difendono rispettivamente Aziz e Adela solo in quanto simboli delle due comunità. Gli inglesi infatti non esitano ad abbandonare Miss Quested nel momento in cui, durante il processo, confessa che Aziz non ha di fatto commesso alcuna violenza. Nel frattempo la figura di Mrs. Moore cade in secondo piano, ormai richiusa in se stessa dopo l'esperienza traumatica della cava e decide, nonostante la stagione non sia appropriata, di ritornare in Inghilterra e durante il viaggio morirà.

Dopo il processo Mr. Fielding rivela la sua umanità aiutando Adela, nonostante non nutra una grande stima nei suoi confronti, inimicandosi però Aziz che si sente tradito dal suo atteggiamento accondiscendente nei confronti della donna, dimostrato dal tentativo di Fielding di convincere Aziz a non pretendere il risarcimento da una donna che di fatto è stata abbandonata, contribuendo così a distruggerla del tutto. Questo atteggiamento lo porterà a pensare per due anni che Fielding abbia sposato Miss Quested.

I due infatti si separano e si rincontreranno dopo due anni in cui molte cose sono cambiate: Aziz ha lasciato Chandrapore per uno stato nativo, anche se continua a essere osservato dalle autorità inglesi; Godbole è diventato ministro dell'istruzione di questo stesso stato e Mr. Fielding, tornato in Inghilterra si è finalmente sposato con la figlia di Mrs. Moore, Stella, ed è ora ispettore in ambito scolastico. Il suo atteggiamento al suo ritorno in India è cambiato: ora è lì in veste di ispettore e quindi ricopre un ruolo istituzionale e l'educazione non è più solo una missione (come l'aveva sempre considerata), ma anche il mezzo con cui mandare avanti la famiglia.

Arrivato in India scopre che Godbole non ha ancora fatto costruire la scuola di cui avevano parlato nella loro corrispondenza e che Aziz non ha mai letto le lettere che lui mandava. Pur risolvendosi il malinteso per cui Aziz era convinto che Fielding avesse sposato Adela, e come viene esplicitamente detto nelle battute finali, i due non torneranno ad essere amici come prima, a meno che l'India non sia un giorno un paese libero; solo allora i due uomini potranno essere amici perché entrambi uomini liberi.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura