Pantherophis guttatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Serpe del grano
Kornnatter.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Serpentes
Famiglia Colubridae
Genere Pantherophis
Specie P. guttatus
Nomenclatura binomiale
Pantherophis guttatus
(Linnaeus, 1766)

La serpe del grano (Pantherophis guttatus (Linnaeus, 1766)) è un serpente appartenente alla famiglia Colubridae, diffuso negli Stati Uniti d'America.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La serpe del grano è un serpente costrittore di colore arancione e con macchie dal rosso al marrone. Lunga dal metro al 1,80m. Presenta una testa stretta e corpo muscoloso; la coda è molto sottile.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Vive anche in campi di grano cacciando roditori, per questo molto apprezzata da contadini e allevatori.

Quando si sente minacciata agita la coda producendo piccole vibrazioni e si rizza su di essa, pronta a guizzare e, in casi estremi, spruzza un fluido maleodorante.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

La serpe del grano caccia prevalentemente roditori, stritolando e ingoiandoli.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Depone fino a 25 uova fra detriti vegetali e materiale in decomposizione.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Vive nelle praterie e nei boschi negli Stati Uniti d'America centro-sudorientali.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La serpe del grano era precedentemente collocata nel genere Elaphe, Utiger et al. hanno scoperto che tale genere è parafiletico, così la specie è stata ricollocata nel genere Pantherophis.[3] Il collocamento della serpe del grano e di diverse specie correlate nel genere Pantherophis anziché Elaphe è stato confermato da ulteriori studi filogenetici.[4][5]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Pantherophis guttatus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ Pantherophis guttatus in The Reptile Database. URL consultato il 5 novembre 2012.
  3. ^ Utiger, U., N. Helfenberger, B. Schätti, C. Schmidt, M. Ruf, and V. Ziswiler, 2002. Molecular Systematics and Phylogeny of Old and New World ratsnakes, Elaphe Auct., and related genera (Reptilia, Squamata, Colubridae). Russian Journal of Herpetology 9(2): 105-124.
  4. ^ Burbrink, F. T. and R. Lawson, 2007. How and when did Old World ratsnakes disperse into the New World? Molecular Phylogenetics and Evolution 43: 173-189.
  5. ^ Pyron, R. A. and F. T. Burbrink, 2009. Neogene diversification and taxonomic stability in the snake tribe Lampropeltini (Serpentes: Colubridae) Molecular Phylogenetics and Evolution 52: 524-529.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili