Pallacanestro Chieti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pallacanestro Teate Chieti
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body redsides.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali 600px Rosso e Bianco (Diagonale)2.png Rosso e bianco
Dati societari
Città Chieti
Paese Italia Italia
Campionato A2 Silver
Fondazione 1989
Presidente Giovanni Di Cosmo
Allenatore Massimo Galli
Palazzetto PalaTricalle Sandro Leombroni
Sito web www.pallacanestrochieti.com
Palmarès
Altri titoli Promozione in DNA (2011)

La Pallacanestro Teate S.S.D. A R.L. Chieti è la società di pallacanestro maschile di Chieti. Assume la denominazione di "Proger Chieti" dal nome dello sponsor principale. Ha inoltre in "Furie" il proprio nome di battaglia. E' l'erede di una tradizione cestistica che a Chieti dura dal dopoguerra, con alterne fortune.

Anni "eroici" a parte, in passato (stagione 1974/75 e poi per tre anni dal 1978 al 1981) ha disputato la serie A2 con la sponsorizzazione di "Birra Moretti" prima e "Rodrigo Chieti" poi. Dopo diversi anni trascorsi nelle categorie minori sempre con la storica denominazione di "Chieti Basket" e avvalendosi del volenteroso e meritorio impegno dei teatini Cesidio Di Masso (tuttora impegnato a livello giovanile) e Alessandro Giuliani, nel 2004/05 si concretizza un progetto di rilancio della pallacanestro teatina, avviato da Paolo Grilli e proseguito, dopo la promozione in C1, con l'ingresso dell'Ingegner Gianni Di Cosmo in società.

Nell'estate 2007 il club acquista il titolo sportivo della Pallacanestro Roseto e prende parte a quattro campionati di B2. Nella stagione 2010/2011, con l'istituto bancario BLS come Main Sponsor, la Pallacanestro Chieti conquista la promozione in Divisione Nazionale A dopo aver concluso al primo posto la regular season ed aver superato in finale lo Spider Basket Fabriano, tornando nella terza categoria del basket nazionale dopo un'assenza di 30 anni.

L'anno successivo, da neopromossa, la squadra è una delle rivelazioni del campionato: chiude al primo posto la Division Sud-Est (nonostante un'incredibile sequenza di infortuni che costringe a stop più o meno lunghi tutti i giocatori senior) ed è protagonista di Playoff emozionanti, in cui supera 2-1 Treviglio in semifinale, è battuta da Trento in finale e contende fino all'ultimo lo spareggio promozione a Trieste, cedendo solo dopo 5 tiratissimi confronti e risultando dunque la prima delle escluse dal campionato di Legadue.

Alla fine del campionato 2011-2012 la squadra lascia il PalaCus 2-PalaSantaFilomena e torna a giocare, per il campionato DNA 2012-2013, al Palatricalle di Chieti, appena intitolato alla memoria di Sandro Leombroni, vecchia gloria della Chieti Basket, tragicamente deceduto. La squadra, al termine del campionato, ottiene un piazzamento utile per accedere, per il 2013-2014, al nuovo campionato Legadue Silver, nell'ottobre 2013 ribattezzato DNA Adecco Silver

Il Campionato 2013-2014, col nuovo Main Sponsor, la società di progettazione Proger, termina con il piazzamento al nono posto della regular season che garantisce l'accesso alla nuova serie A2 Silver ed è l'ultimo utile per l'accesso ai play-off per la promozione. La squadra viene eliminata al primo turno play-off dal Mantova, squadra quest'ultima poi promossa alla categoria superiore.

I colori sociali sono il bianco ed il rosso.

Roster 2014-2015[modifica | modifica sorgente]

Num. Naz. Giocatore Anno Alt. (cm) Ruolo
9 Italia Marco Cardillo - Cap. 1985 196 Ala
12 Italia Matteo Palermo 1991 191 Guardia
13 Italia Edoardo Di Emidio 1993 190 Playmaker
18 Italia Alessandro Paesano 1993 203 Ala - Centro
19 Italia Marco De Angelis 1994 198 Guardia - Ala
20 Italia Andrea Ancellotti 1988 213 Centro
32 Italia Diego Monaldi 1993 185 Playmaker - Guardia
33 Italia Emanuele Di Giacomo 1994 201 Ala - Centro
34 Stati Uniti Jeremy Saffold 1991 198 Guardia - Ala
43 Stati Uniti Adam Sollazzo 1990 200 Guardia - Ala

Staff societario[modifica | modifica sorgente]

  • Presidente: Giovanni Di Cosmo
  • Vice Presidente: Luciano Di Cosmo
  • Direttore Generale: Michele Paoletti
  • Direttore Sportivo: Guido Brandimarte
  • Team Manager: Massimiliano Del Conte
  • Responsabile Relazioni Esterne: Michele Paoletti
  • Responsabile Eventi: Marcello Sulpizio
  • Responsabile Marketing: Gianluca Rutolo
  • Speaker: Carlo De Virgiliis

Staff tecnico[modifica | modifica sorgente]

  • Capo allenatore: Massimo Galli
  • Vice allenatore: Giuseppe Di Paolo
  • Assistente allenatore: Giacomo Piersante
  • Preparatore Fisico: Dante Falasca
  • Medico Sociale: Lucia Ottaviano
  • Fisioterapista: Bruno Leonelli

Impegno nel sociale[modifica | modifica sorgente]

Fin dai primi anni di presidenza di Gianni Di Cosmo, imprenditore edile fortemente radicato nel territorio, la società si è distinta per il proprio impegno in numerose iniziative di solidarietà e di respiro sociale. Tra queste, da ricordare le partite di beneficenza a sostegno dell'associazione SMICI (Sostegno Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali) e per la ricostruzione dei campi da gioco nella città de L'Aquila in seguito al sisma.

Nella stagione 2011/12 la società è partner del Rotary Club Chieti, finanziando il Premio "Valerio Cianfarani", e testimonial del Centro Trasfusionale di Chieti nella campagna per la donazione del sangue, e del progetto "Vitamina Gi - Giovani Vitamine" proposto dall'Assessorato alle Politiche Giovanili e allo Sport in collaborazione con l'Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di Chieti, e finanziato dal Ministero della Gioventù.

Nella stagione 2012/13 viene ufficializzata la collaborazione con l'Università "D'Annunzio", che permette agli studenti dell’Ateneo di svolgere tirocini presso la società e di usufruire di condizioni di accesso agevolato agli incontri di campionato. Nel corso del campionato sono state inoltre sostenute diverse iniziative solidaristiche nazionali promosse da onlus quali AIRC (Giorni della Ricerca e Arance della Salute), Karibu Afrika (Progetto "Slums Dunk") ed Emergency (Programma Italia).

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]