Ospedalicchio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ospedalicchio
frazione
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Umbria-Stemma.svg Umbria
Provincia Provincia di Perugia-Stemma.png Perugia
Comune Bastia Umbra-Stemma.png Bastia Umbra
Territorio
Coordinate 43°04′00″N 12°33′00″E / 43.066667°N 12.55°E43.066667; 12.55 (Ospedalicchio)Coordinate: 43°04′00″N 12°33′00″E / 43.066667°N 12.55°E43.066667; 12.55 (Ospedalicchio)
Abitanti 1 139[1] (2001)
Altre informazioni
Cod. postale 06083
Prefisso 075
Fuso orario UTC+1
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Ospedalicchio

Ospedalicchio è una frazione di 1.139 abitanti del comune di Bastia Umbra (PG), distante circa 3 km dal capoluogo. Essa si trova a 199 m s.l.m., all'estremità nord della Valle Umbra, ed è abitata da 1.139 residenti (dati Istat, 2001 [1]).

Territorio[modifica | modifica sorgente]

Ospedalicchio è un punto di snodo di merci e di persone, poiché sorge lungo la Strada statale 75 Centrale Umbra, superstrada che collega Perugia a Foligno e Spoleto, ed è situato in prossimità dell'aeroporto regionale umbro di Perugia-Sant'Egidio. Inoltre, è posto proprio al confine tra i territori dell'assisate e del perugino, con la frazione di Collestrada, lungo la cosiddetta via ghisleria (1577, da monsignor Pietro Ghisleri, governatore di Perugia) che mette in comunicazione Perugia ed Assisi. Probabilmente, l'ospedale di Collestrada aveva qui una piccola dipendenza, che ha fornito il nome al paese.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

In questi luoghi si sono combattute molte battaglie nel corso dei secoli, tra le due città di Perugia ed Assisi. Nel XIV secolo il Comune di Perugia vi costruì un forte militare (Castrum Spedalicchium, nel 1379) a presidio del confine. Dutrante il periodo della dominazione pontificia, l'aspetto militare venne meno e si espanse il borgo civile, addossato all'interno delle mura difensive. I nobili perugini Eugeni, nel XVII secolo, vi costruirono la propria residenza di campagna, utilizzando anche un'antica torre risalente al medioevo.

Nel 1828 il paese viene annesso al comune di Bastia Umbra.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

  • Piazza con il pozzo medievale, risalente al 1312.
  • Chiesa parrocchiale di San Cristoforo, del 1955.

Persone legate ad Ospedalicchio[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

- Pur facendo parte del territorio del comune di Bastia Umbra (compreso nella Diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino), Ospedalicchio rientra nei confini del territorio dell'Arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve.

- La celeberrima scrittrice di romanzi rosa Liala ambientò proprio ad Ospedalicchio uno dei suoi romanzi Il pianoro delle ginestre il titolo era dovuto ad un campo antistante la ferrovia dove d' estate fiorivano molte ginestre che affascinarono la scrittrice (che amava molto l'Umbria in cui si recava spesso): in effetti è con questo nome con cui viene identificato il paese per tutto il libro in quanto il vero nome della frazione ricordava a Liala un ambiente troppo sanitario e dunque poco avvezzo alle atmosfere sentimentali tanto care all'autrice.[senza fonte]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ ISTAT

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • [2][3] Informazioni storiche