Nachrichtenstelle für den Orient

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Nachrichtenstelle für den Orient (Ufficio Informazioni per l'Oriente) era l'organizzazione di intelligence creata dalla Germania all'inizio della prima guerra mondiale con lo scopo di promuovere e sostenere azioni sovversive e nazionaliste sia nel Raj britannico, sia in Persia ed in Egitto, all'epoca stati formalmente indipendenti ma sottoposti all'influenza britannica.

Dipendente dal Ministero degli Esteri (Auswartiges Amt), il Nachrichtenstelle für den Orient era guidato dal barone e archeologo Max von Oppenheim, che durante la guerra fu in stretto contatto col deposto Khedive egiziano Abbas Hilmi II, con organizzazioni rivoluzionarie indiane, fra cui il Comitato di Berlino (Comitato per l'Indipendenza Indiana o anche Das Indische Unabhängigkeitskomitee), il Jugantar, ed il Partito Ghadar, ed anche con importanti esponenti musulmani socialisti fra cui Maulavi Barkatullah.