Mount Saint Helena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il vulcano nello stato di Washington, vedi Monte Sant'Elena.
Monte Sant'Elena
Mount Saint Helena (2007-10-08).JPG
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato California
Contea Calistoga
Altezza 1.323 m s.l.m.
Catena Mayacmas Mountains
Coordinate 38°40′09.48″N 122°38′00.6″W / 38.6693°N 122.6335°W38.6693; -122.6335Coordinate: 38°40′09.48″N 122°38′00.6″W / 38.6693°N 122.6335°W38.6693; -122.6335
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Monte Sant'Elena

Il Monte Sant'Elena (Mount Saint Helena) è una montagna delle Mayacmas Mountains nei pressi delle città di Napa, Sonoma e della Lake County, California. Composta da rocce vulcaniche di 2,4 milioni di anni dalla Clear Lake Volcanic Field, è una delle poche montagne della San Francisco Bay Area a ricevere di tanto in tanto precipitazioni nevose durante l'inverno.

La montagna comprende cinque vette, disposte grosso modo a forma di M. La seconda vetta in ordine di altezza, direttamente a est rispetto alla prima, è il punto più alto della contea di Napa.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il Mount Saint Helena era originariamente chiamato Mount Mayacamas, nome che venne sostituito con quello attuale a seguito di una scalata russa nel 1841 i cui partecipanti lasciarono sulla vetta due placche di rame su cui è incisa la data della loro scalata. Una di queste placche porta anche il nome della principessa Helena de Gagarin, moglie del conte Alexander G. Rotchev, comandante del Fort Ross.

Robert Louis Stevenson e Fanny Osborne trascorsero l'estate durante la loro luna di miele in un campo abbandonato sul Mount Saint Helena. Un libro dello stesso Stevenson, The Silverado Squatters[1], narra le esperienze dello scrittore sul monte. La vetta è raggiungibile tramite dei sentieri che portano al Robert Louis Stevenson State Park.

Dal versante sud-est della montagna sgorga il fiume Napa.


Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Gli accampati di Silverado, trad. Attilio Brilli, ed.Studio Tesi, 1985

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]