Monastero di Philotheou

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il monastero di Philotheou (greco: Φιλοθέου) è uno dei venti monasteri della Repubblica del Monte Athos Grecia.

È situato a sud-est della penisola a un'altitudine di 370 metri. Possiede un porto sulla costa orientale. 40°13′32.05″N 24°17′27″E / 40.225569°N 24.290833°E40.225569; 24.290833

Occupa il dodicesimo rango nella gerarchia dei monasteri atoniti.

È dedicato all'Annunciazione, festa votiva il 25 marzo (7 aprile).

È retto a statuto cenobitico dal 1973 nel 1990 contava settantanove monaci. Molte skite sono legate al monastero, attualmente cinque sono attive.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La tradizione indica come fondatore Filoteo, da cui il complesso monastico prende il nome, che verso la fine del X secolo con l'aiuto dei compagni Arsenio e Dionisio diede vita al complesso monastico. L'esistenza è documenta dal 1015. Dal XIV al XVI secolo fu abitato in prevalenza da monaci provenienti dalla Bulgaria. Nel 1871 un incendio devastò parte del complesso monastico risparmiando il katholikòn e gli edifici centrali.

Patrimonio artistico[modifica | modifica wikitesto]

Il refettorio possiede degli affreschi di scuola cretese. Nella chiesa è custodita una icona della Madonna con bambino detta Glykofilusa (dal dolce bacio), dove Maria è dipinta mentre bacia il Creatore. La biblioteca possiede 250 manoscritti e circa 2500 libri di cui 500 in lingua russa e rumena.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]