Monastero di Agiou Pavlou

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il monastero di Aghios Pavlos (Monastero di San Paolo, in greco: Μονή Αγίου Παύλου) è uno dei venti monasteri della penisola del Monte Athos.

Il monastero visto dalla costa.

Sorge a sud-ovest della penisola atonita.40°09′40″N 24°17′25″E / 40.161111°N 24.290278°E40.161111; 24.290278 Occupa il quattordicesimo rango nella gerarchia dei monasteri della Santa Montagna.

È dedicato alla Presentazione di Cristo al Tempio, che si festeggia il 2 febbraio (15 febbraio).

Il complesso monastico conta una trentina monaci retti da un statuto cenobitico dal 1839. Sottomesse al monastero vi sono due skite la Nea Skiti e la skita rumena di Lakkoskete.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La tradizione vuole che il monastero sia stato fondato nel IX secolo dall'anacoreta Paolo, che lasciato il Monastero di Xeropotamou venne in questo luogo a vivere vita eremitica. Il monastero porta il suo nome ma divenne indipendente da Seropotamou solo nel 1380 quando il monaco serbo Roman lo ampliò e vi piantò delle vigne per il sostentamento della comunità e vi costruì una chiesa. Il katholikòn venne edificato nel 1447 dal despota serbo Giorgio Brankovic, esso fu rifatto nel 1839. Gran parte degli attuali edifici furono costruito nel XVIII secolo con l'aiuto degli Zar Alessandro I e Nicola I.

Patrimonio artistico[modifica | modifica sorgente]

Nella cappella di San Giorgio sono presenti affreschi cretesi del XVI secolo. La biblioteca conta 494 manoscritti e oltre 12'000 volumi.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]