Minestrone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Minestrone

Il minestrone è un particolare tipo di minestra in brodo con molte verdure. Può essere completato con pasta o riso. Fra gli ingredienti più comuni vi sono fagioli, cipolle, carote, sedano, patate e pomodori. Il minestrone è un piatto che varia a seconda della regione e della stagione e si declina in molte variazioni rendendo impossibile definirne univocamente la ricetta. Una generica preparazione prevede la realizzazione di un soffritto di cipolla e carote a cui vanno unite in seguito le verdure scelte, tagliate a pezzi più o meno fini, e a cui va aggiunta infine acqua o brodo a ebollizione in cui le verdure poi cuoceranno a fuoco lento. Ingredienti, metodo di preparazione, consistenza e perfino il modo di consumarlo variano a seconda della tradizione del luogo a cui le differenti ricette fanno parte.

Tradizionalmente veniva preparato con le verdure disponibili in cucina al momento, permettendo di consumare anche quelle non freschissime ma specialmente quelle poco digeribili senza una lunga cottura. Per questo è considerato uno dei piatti poveri per eccellenza che incarna al meglio la filosofia della cucina contadina italiana.

La parola minestrone è anche usata in modo figurato per indicare un insieme di cose differenti e poco ordinate: es. "quel programma televisivo è un minestrone di notizie e servizi". Analogamente vengono usati i termini macedonia, pasticcio o polpettone.

Minestrone congelato[modifica | modifica wikitesto]

L'insieme delle verdure pulite e tagliate per la preparazione del minestrone, crude e non condite, viene anche venduto come prodotto congelato.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina