Michio Morishima

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Michio Morishima (Osaka, 18 luglio 1923Brentwood, 13 luglio 2004) è stato un economista giapponese, e professore emerito della London School of Economics (LSE). È stato anche professore emerito dell'Università di Osaka e membro della British Academy.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Studiò economia e sociologia sotto Yasuma Takada. Nel 1946 si laureò all'Università di Kyoto, insegnò nell'Università di Kyoto e in quella di Osaka. Fondò lo Institute of Social and Economic Research[1] (ISER) dell'Università di Osaka con Yasuma Takada. Nel 1968 si recò in Inghilterra per insegnare all'Università di Essex.

Nel 1965 divenne il primo giapponese presidente dell'Econometric Society[2]. Fu detto che il suo più accanito sostenitore fosse John Hicks[senza fonte].

Fondò due importanti centro di ricerca economica in collaborazione con Suntory e Toyota alla London School of Economics: la "Suntory-Toyota Foundation" e lo "Suntory and Toyota International Centres for Economic and Related Disciplines" (STICERD). Nel 1991 divenne "honorary fellow" della LSE[3].

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Equilibrium, Stability and Growth, 1964
  • Theory of Economic Growth, 1969
  • Marx's Economics: A dual theory of value and growth, 1973
  • The Economic Theory of Modern Society, 1976
  • Why has Japan 'succeeded'?, 1982
  • The Economics of Industrial Society, 1984

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Necrologio.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Institute of Social and Economic Research, Osaka University
  2. ^ Welcome to the website of The Econometric Society An International Society for the Advancement of Economic Theory in its Relation to Statistics and Mathematics
  3. ^ LSE history - About LSE - Home

Controllo di autorità VIAF: 9850889 LCCN: n50006126

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie