Marino Curnis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marino Curnis (Bergamo, 7 maggio 1973) è un viaggiatore italiano. È famoso in tutto il mondo[1] soprattutto per il suo viaggio a piedi da Bergamo all'Iran[2] "Eurasia Pedibus Calcantibus"[3], lungo 6000 chilometri e della durata di 13 mesi (9 gennaio 2006 - 7 febbraio 2007)[4].


Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Marino Curnis nasce a Bergamo il 7 maggio 1973. Oltre al viaggio, sua occupazione principale, si dedica a molteplici passioni: è scrittore, poeta, musicista e studia con passione le lingue, chiave d'ingresso alle culture 'altre'. Dal 2003 studia e approfondisce la lingua internazionale esperanto, di cui ha ottenuto il diploma di primo e secondo grado. È diplomato Assistente per Comunità Infantili ed ha frequentato il Liceo Classico (Ginnasio).

Viaggi a piedi ed escursioni[modifica | modifica wikitesto]

Alpi: Punta Rossa (Aosta, m.3660), Pizzo Coca, Pizzo Camino, Pizzo Tre Signori, Corno Stella, ecc.). Ha compiuto due volte il “Sentiero delle Orobie Orientali” in tenda[5].

Nel 2003 percorre il Cammino di Santiago nel nord della Spagna, partendo da St.Jean Pie-du-Port (Francia) ed arrivando a Santiago do Compostela e proseguendo poi verso Finis Terrae per ritornare a Santiago successivamente. 1021 km in 37 giorni.

Nel 2006 cammina dall'Italia (Bergamo) all'Iran in 13 mesi, attraverso 9 nazioni (Italia, Austria, Ungheria, Romania, Bulgaria, Turchia, Moldova, Ucraina, Iran), lungo 6000 km. "Eurasia Pedibus Calcantibus"[6].

Nel 2007 affronta il Circuito dell'Annapurna, da Besisahar a Pokhara. 230 chilometri in 18 giorni. Raggiunge in questa occasione il Thorung-La, a metri 5416 s.l.m.

Altri Viaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • 17/10/1998-24/01/1999 INDIA: Mumbai (Bombay); VARANASI (Benares).
  • 20/06/2001-20/08/2001 GERMANIA: Waldkirchen, Baviera.
  • 27/09/2001-26/11/2001 NEPAL: Pathiani Town, Chitwan.
  • 26/11/2001-05/01/2001 INDIA: da Darjeeling a Pushkar, India del nord.
  • 06/02/2001-06/03/2001 (SPAGNA): Lanzarote, Islas Canarias.
  • 31/05/2003-05/04/2003 FRANCIA: Paris.
  • 06/04/2003-12/05/2003 SPAGNA: Camino de Santiago do Compostela
  • 13/05/2003-22/05/2003 PORTOGALLO: Porto; Lisboa.
  • 14/07/2003-30/07/2003 INDIA E NEPAL: New Delhi; Pathiani Town.
  • 28/11/2003-13/12/2003 PORTOGALLO: tour con mezzi pubblici.
  • 09/01/2006-10/02/2007 EURASIA PEDIBUS CALCANTIBUS: Italia-Iran a piedi.
  • 16/10/2007-15/12/2007 NEPAL: tour e Circuito dell'Annapurna a piedi.

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 ha pubblicato il libro Esploratore Involontario, primo fantastico romanzo nel quale racconta le emozioni vissute nei viaggi in India e Nepal attraverso i protagonisti del viaggio narrato in un antico manoscritto.

Nel 2008 è uscito il suo secondo libro dal titolo Il Sogno Calpestato, diario del suo più famoso viaggio "Eurasia Pedibus Calcantibus" a piedi da Bergamo all'Iran.

Sempre nel 2008 pubblica l'album fotografico ORME-Visioni&Poesia di un Viaggiatore, corredato da poesie in italiano ed esperanto.

Nel 2009 pubblica la guida per viaggiatori indipendenti Il Circuito dell'Annapurna e due raccolte di poesie: Amor ch'ha nullo amato amar perdona, raccolta d'amor poetico e XIX, raccolta di poesie in tre lingue: italiano, esperanto, inglese. Dello stesso anno è l'album fotografico III Viaggio in Nepal 2007 - Circuito dell'Annapurna.

Nel 2014 pubblica il libro Il Codice Aramaico - il Vangelo dei due Messia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Interrogazione parlamentare dal sito del Senato della Repubblica Italiana, senato.it. URL consultato il 24-5-2012.
  2. ^ Hurriyet, giornale nazionale turco, hurriyet.com. URL consultato il 24-5-2012.
  3. ^ Rassegna stampa dal mondo, varie fonti. URL consultato il 24-5-2012.
  4. ^ Corriere della Sera 07 gennaio 2006, corriere.it. URL consultato il 24-5-2012.
  5. ^ Lo Scarpone n.7 luglio 2006 Pag.39 Club Alpino Italiano, cai.it. URL consultato il 24-5-2012.
  6. ^ QN inserto de "Il Giorno" "Il Resto del Carlino" "La Nazione", QN quotidiano net. URL consultato il 24-5-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marino Curnis, Esploratore Involontario, Lupo&SoleEdizioni, 2003.
  • Marino Curnis, Il Sogno Calpestato, Tera Mata, 2008.
  • Marino Curnis, ORME-Visioni&Poesia di un Viaggiatore, Lupo&SoleEdizioni, 2008.
  • Marino Curnis, Il Circuito dell'Annapurna, Lupo&SoleEdizioni, 2009.
  • Marino Curnis, Amor ch'ha nullo amato amar perdona, Lupo&SoleEdizioni, 2009.
  • Marino Curnis, XIX, Lupo&SoleEdizioni, 2009.
  • Marino Curnis, Il Codice Aramaico - Il Vangelo dei due Messia, Lupo&SoleEdizioni, 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie