Lomo saltado

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lomo saltado
Il lomo saltado
Il lomo saltado
Origini
Luogo d'origine Perù Perù
Dettagli
Categoria piatto unico
Ingredienti principali carne di manzo, cipolle, aglio, peperoncini gialli, patatine fritte, pomodoro, prezzemolo, salsa di soia, aceto, sale e pepe.
 

Il lomo saltado è un antico piatto tipico della cucina peruviana, molto diffuso a partire dalla metà del XIX secolo, epoca dell'inizio dell'influenza cinese in Perù.

È una miscela di cucina criolla e orientale. L'influenza orientale si riconosce dalla tecnica di cottura in pentola ad alte temperature, oggi conosciuta in Perù come salteado[1]. La sinergia delle due gastronomie millenarie conferisce a questo piatto un perfetto equilibrio dei suoi sapori e aromi.

È un piatto tipico unicamente del Perù ed è uno dei più consumati in questo paese.[2]

Si tratta di un piatto unico a base di carne di manzo (il termine spagnolo lomo indica il taglio che in Italia si chiama nodino o carré) tagliata a striscioline e saltata in padella assieme a cipolle e peperoni. Viene spesso usato il peperoncino giallo peruviano. Viene servito generalmente con riso scondito o patate.

Il lomo saltado si trova in tutti i menu dei ristoranti peruviani, nelle città medio-grandi del mondo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Oferta gastronómica peruana supera los mil platos y tiene entre sus estrellas al ‘Lomo Saltado’
  2. ^ Gustavo Rodríguez, Sandro Venturo, Listas para entender cómo somos los peruanos, Ampay, Aguilar, 2007, p. 357, ISBN = 978-9972-848-20-9.

Argomenti correlati[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina