Lobnoe mesto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 55°45′12″N 37°37′21″E / 55.753333°N 37.6225°E55.753333; 37.6225

Lobnoe mesto
Lobnoe mesto nel XVIII secolo

Lobnoe mesto (in russo: Лобное место?, ovvero "posto dei teschi") è una piattaforma di pietra lunga 13 metri situata nella piazza Rossa a Mosca, di fronte alla cattedrale di San Basilio.

La piattaforma, che si pensa sia stata costruita in mattoni negli anni trenta del XVI secolo, è citato per la prima volta nel 1547, quando Ivan il Terribile si rivolge ai moscoviti da lì. Successivamente, venne usato soprattutto per annunciare gli ukaz degli zar e per le cerimonie religiose. Nonostante una comune credenza, la piattaforma circolare non è mai stata un posto dove si eseguivano esecuzioni.[1] Talvolta dei patiboli venivano posizionati lì vicino, ma normalmente le esecuzioni pubbliche avvenivano a Vasil'evskij spusk, dietro la cattedrale di San Basilio.

Nella Russia zarista, durante la Settimana Santa, la processione della domenica delle palme terminava a Lobnoe mesto, dove veniva eretta una rappresentazione del calvario.

Il vicino monumento a Minin e Pozarskij commemora gli eventi del 1612, quando il principe Pozarskij salì sul Lobnoe mesto per dichiarare Mosca libera dagli aggressori polacchi. Nel 1786 l'architetto Matvej Fëdorovič Kazakov ricostruì Lobnoe Mesto in pietra bianca, mantenendo la posizione e le proporzioni originarie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Place of Skulls. URL consultato il 19 febbraio 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Russia Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Russia