Lingua pemon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pemon
Parlato in Venezuela, Brasile, Guyana
Persone 30.000
Scrittura alfabeto latino
Tipo SVO, OVS
Filogenesi Lingue caribe
Codici di classificazione
ISO 639-3 aoc  (EN)
SIL aco  (EN)

La lingua pemon è una lingua caribe parlata in Venezuela, Brasile e Guyana.

Distribuzione geografica[modifica | modifica wikitesto]

La lingua pemon è parlata da circa 30.000 persone, appartenenti al gruppo indigeno dei Pemon, in particolare nel parco nazionale di Canaima in Venezuela, nello stato brasiliano di Roraima, e in Guyana.

Tipologia[modifica | modifica wikitesto]

La sintassi della lingua pemon segue la regola Soggetto Verbo Oggetto, alternandosi a Oggetto Verbo Soggetto[1].

Grammatica[modifica | modifica wikitesto]

I pronomi in lingua pemon sono:

Pemon Italiano
yuré Io, me
amäre tu
muere, mesere lui, lei
urekon noi
ina noi (esclusivo)
amärenokon voi (plurale)
ichamonan loro, essi

Sistema di scrittura[modifica | modifica wikitesto]

Fino al XX secolo, la lingua pemon era solo tramandata oralmente. In seguito ci furono tentativi da parte di missionari cattolici di creare un dizionario e una grammatica correlata. I missionari che più si occuparono di creare una lingua pemon scritta furono Armellada e Gutiérrez Salazar. L'alfabeto latino è la base della scrittura, con l'aggiunta di segni diacritici per rappresentare fonemi che non esistono nella lingua spagnola.[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1] La Transitividad en Japrería
  2. ^ http://ricardo.delgado.com/GUIA%20DE%20PEMON.pdf Guide for Pemon (Spanish)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gutiérrez Salazar, Msr Mariano: Gramática Didáctica de la Lengua Pemón. Caracas 2001. ISBN 980-244-282-8.
  • De Armellada, Fray Cesáreo y Olza, Jesús,s.j.: Gramática de la lengua pemón (morfosintaxis) (1999) Caracas, Publicaciones Ucab, Vicariato Apostólico del Caroní y Universidad Católica del Táchira. 289 pagine.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]