Lasiorhinus latifrons

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Vombato dal naso peloso meridionale[1]
Haarnasenwombat (Lasiorhinus krefftii).jpg
Lasiorhinus latifrons
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[2]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Infraclasse Metatheria
Superordine Australidelphia
Ordine Diprotodontia
Sottordine Vombatiformes
Famiglia Vombatidae
Genere Lasiorhinus
Specie L. latifrons
Nomenclatura binomiale
Lasiorhinus latifrons
(Owen, 1845)

Il vombato dal naso peloso meridionale (Lasiorhinus latifrons Owen, 1845) è una delle tre specie di vombato. È diffuso in modo discontinuo nelle boscaglie semi-aride e nel mallee della regione che si estende dal Nullarbor Plain orientale fino al confine con il Nuovo Galles del Sud. Con i suoi 775-935 mm di lunghezza e un peso di 20-32 kg, è la più piccola specie di vombato e spesso gli esemplari giovani non riescono a superare la stagione secca. Le autorità locali lo ritengono una specie vulnerabile: una popolazione in piena salute sopravvive ancora, ma sembra stia invecchiando; si sospetta che la scarsità delle piogge degli ultimi anni abbia impedito a questo animale di riprodursi con successo. Il vombato dal naso peloso meridionale necessita infatti di tre buone stagioni consecutive per raggiungere l'età adulta. Gli specialisti in materia di vombati temono che un probabile inaridimento dell'Australia meridionale possa costituire in futuro un serio rischio per la sopravvivenza di questa specie.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Lasiorhinus latifrons in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  2. ^ (EN) Lamoreux, J. & Hilton-Taylor, C. (Global Mammal Assessment Team) 2008, Lasiorhinus latifrons in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Underhill D (1993) Australia's Dangerous Creatures, Reader's Digest, Sydney, New South Wales, ISBN 0-86438-018-6

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi