La scala della follia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La scala della follia
La scala della fоllia.png
Una scena del film
Titolo originale Dark Places
Paese di produzione Gran Bretagna
Anno 1973
Durata 86 min
Colore Colore
Audio sonoro
Genere thriller, orrore
Regia Don Sharp
Soggetto Ed Brennan e Joseph Van Winkle
Sceneggiatura Ed Brennan e Joseph Van Winkle
Produttore James Hannah Jr.
Fotografia Ernest Steward
Montaggio Teddy Darvas
Musiche Wilfred Josephs
Scenografia Geoffrey Tozer
Trucco Basil Newall
Interpreti e personaggi

La scala della follia è un film del 1973, diretto dal regista Don Sharp.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Narra di Edward Foster che ha ricevuto in eredità una casa in cui aveva nascosto due valigette contenenti 210.000 sterline. Nei primi giorni il ragazzo conosce il medico Ian Mendeville, l'avvocato Prescott dove dorme momentaneamente e la sorella del medico Sarah. La donna cerca di recuperare i soldi e quindi si finge interessata a lui. La casa è infestata da presenze oscure e Edward viene impossessato dallo spirito del deceduto Andrew Marr e “rivive” la sua vita.

Il ragazzo rivive il momento della morte di Vittoria la moglie di Andrew e strangola Sarah, poi rivive la morte dei suoi figli e uccide Mendeville, solo l'avvocato Prescott sopravvive per l'intervento della polizia che era giunta appena in tempo. Dentro un armadio a muro, la polizia, rinviene i cadaveri di Sharon, Vittoria, dei bambini e le due valige piene di soldi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema