La donna del mare (Ibsen)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La donna del mare è un'opera teatrale di Henrik Ibsen scritta nel 1888.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La protagonista è Ellida, moglie di seconde nozze del dottor Wangel. La donna vive con il marito e le sue figlie, che l'uomo ha avuto da un altro legame. La vicenda è un ambientata nei fiordi norvegesi, dove il mare diventa un elemento indispensabile del dramma. Il mare infatti è amato da Ellida profondamente, visto che la donna si sente legata a un uomo misterioso, di cui non si sa il nome e di cui Ellida sta aspettando il ritorno. L'uomo alla fine giungerà ed Ellida si troverà di fronte a una difficile scelta tra l'amore passionale e "sconosciuto" o l'amore coniugale e sicuro. Lo stesso marito lascerà libera la moglie nella sua scelta, che, apprezzando la generosità del marito e allo stesso tempo sentendosi libera, senza quindi il piacere della trasgressione, rimarrà infine insieme al marito.