La corsa più pazza del mondo 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La corsa più pazza del mondo 2
Titolo originale Speed Zone!
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1989
Durata 94 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, road-movie, azione
Regia Jim Drake
Sceneggiatura Michael Short
Produttore Don Carmody, Wendy Grean, Vivienne Leebosh
Produttore esecutivo Andre Morgan, Albert S. Ruddy
Casa di produzione Entcorp Communications
Interpreti e personaggi

La corsa più pazza del mondo 2 (titolo originale Speed Zone!) è un film statunitense del 1989, diretto da Jim Drake. È uscito negli Stati Uniti il 21 aprile 1989.

È uno degli ultimi (se non addirittura l'ultimo) film comici sulle corse d'auto clandestine o quasi; il filone era oramai esaurito e si riprese solo un decennio dopo, passando però a toni più seri, con film come Fuori in 60 secondi e la serie The Fast & The Furious

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film, proprio come il prequel, prende spunto dalla Cannonball Baker Sea-To-Shining-Sea Memorial Trophy Dash e tratta di una gara automobilistica illegale; i concorrenti vengono arrestati prima che la gara inizi e gli sponsor devono trovare al più presto altri piloti.

Se i piloti arrestati erano matti, i loro sostituti si dimostreranno perfino peggiori; lo Sfortunato Valentino Rosatti, il cui cugino Donato è stato arrestato, si ritrova nella sua Lamborghini Countach (senza neanche averlo cercato) il poliziotto Jack O'Neill che aveva origliato una sua telefonata al distretto di polizia; il timido Charlie Cronan guida per conto del cinico e prepotente ex compagno di classe Leo Ross una BMW con dentro Tiffany, la fidanzata di Leo, e tra i due nascerà una storia; lo sceicco dei due film precedenti tenta ancora di viencere e fallisce nuovamente il tentativo; due neolaureate, Lea e Margaret, seducono un facoltoso uomo d'affari, senza spingersi più in là del necessario, tutto allo scopo di procurarsi un'auto e dimostrare la validità della loro invenzione, un sistema per avvisare l'autista della presenza di problemi o volanti della polizia; l'inglese Alec Stewart paretecipato accompagnato (tallonato è il termine esatto) da Vic DeRubis, esattore dello strozzino a cui Stewart deve una montagna di denaro, motivo che (come sottolineato da DeRubis più volte) lo costringe a correre per vincere ad ogni costo; i milionari fratelli Van Sloan corrono per sfizio, ma barano andando in aereo a Las Vegas per divertirsi e poi fare meno della metà della gara, però avranno la sfortuna di incappare in un aereo che li porta direttamente sull'autostrada invece che in volo, con a bordo Brooke Shields che fa la hostess; Charlie e Tiffany ricevono un messaggio tramite Carl Lewis, che corre loro dietro per miglia prima di raggiungerli; Jack e Valentino avranno non poche vicissitudini che li vedono contrapposti a Vic DeRubis e Alec Stewart, non ultima la semidistruzione della Lamborghini... che però appartiene ad un noto giocatore afroamericano di football; quest'ultimo si metterà alle calcagna della Jaguar dei due sfortunati!

Intanto, il capo della polizia Spiro T. Edsel, già responsabile della retata anti-Cannonball, venuto a sapere che la corsa nondimeno si tiene comunque, decide, sostenuto dal manipolativo Whitman, suo guru mediatico e consigliere politico, di scatenare una vera caccia all'uomo! Quando alla fine le continue vicende gli fanno perdere il contatto con la realtà, per inseguire DeRubis e Stewart che hanno rubato un'autopattuglia, prende la loro Jaguar per poi vincere la corsa al posto loro e prendersi un pugno in faccia dasl giocatore di football (questi ha visto solo la macchina, non chi guidava)! Nonostante tutto sarà felice della vittoria e verrà abbandonato da Whitman, convintosi di avere a che fare con uno squilibrato!

Prequel[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il titolo italiano del film è fuorviante, poiché il film è ispirato in realtà a "La corsa più pazza d'America" e al suo seguito anziché a "La corsa più pazza del mondo"; in effetti in alcune edizioni estere è intitolato Cannonball Run 3, titolo originale dei suoi predecessori, oppure Cannonball Fever. Altro collegamento è il produttore, il cinese di Hong Kong Raymond Chow.
  • Dei due film precedenti, l'unico attore rimasto è Jamie Farr nella parte dello sceicco che ogni volta finanzia la corsa e corre senza vincere mai.
  • In una breve scena prima dei titoli di testa, Eugene Levy fa uno scherzo a John Candy che sta guardando la TV nel gabbiotto del parcheggio di cui è il sorvegliante; da quel poco che viene mostrato, sembra trasmettere l'inizio di La corsa più pazza d'America 2
  • Questo film contiene l'ultima apparizione dell'anziano attore Lee Van Cleef, nei panni di un nonno che insegna alla nipote, una giovanissima Alyssa Milano (Streghe) come lanciare i sassi facendoli rimbalzare sull'acqua; i due assistono ad una manovra simile effettuata dalla Lamborghini di Donato!
  • in alcune edizioni, i titoli di coda del film sono accompagnati da riprese dei protagonisti che guidano sulla pista dell'autoscontro!!

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema