Kaiserlich-königliche österreichische Staatsbahnen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le Kaiserlich-königliche österreichische Staatsbahnen (Ferrovie imperial-regie dello Stato austriaco) erano una compagnia ferroviaria che effettuava il servizio nella parte austriaca dell'Austria-Ungheria.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1810 fu aperta una ferrovia trainata da cavalli (22 km) sull'Erzberg della Stiria per il trasporto del ferro. Nel 1832 fu aperta un ferrovia sempre a cavallo tra Linz e České Budějovice (Budweis), per una lunghezza di 128,8 km: costituiva la prima ferrovia interurbana d'Europa.

La prima sezione della ferrovia tra Vienna e Cracovia ("Kaiser Ferdinands Nordbahn") fu aperta nel 1837. Lo stato iniziò a interessarsi alle ferrovie e nel 1854 994 km di linee ferrate erano possedute dallo stato (su 1.443 km, circa il 70%).

Dopo il 1854, a causa della crisi finanziaria dell'Impero, le ferrovie della parte austriaca vennero vendute a prezzi stracciati, specialmente a investitori francesi; furono anche garantite concessioni per nuove compagnie private. La lunga depressione, iniziata dal crollo della Borsa di Vienna nel 1873 portò alla bancarotta diverse ferrovie.

Dopo il compromesso austro-ungarico del 1867, le Ferrovie dello Stato ungheresi (MÁV) furono poste sotto il controllo dello Stato.

Ferrovie di stato austriache[modifica | modifica sorgente]

Locomotiva kkStB gruppo 108 per treni veloci nel 1901

Alla fine del 1884 la rete delle ferrovie dello Stato copriva 5.103 km. Il 1º luglio 1884 fu fondata la "kk Generaldirektion der Staatsbahnen" ("Direttorato generale imperiale delle ferrovie dello Stato") e questo segnò la nascita della "kaiserlich-königliche Staatsbahnen" (abbreviato come "kkStB" o "k.k.St.B.").

Con la nazionalizzazione di altre compagnie, la kkStB ottenne praticamente il monopolio dei trasporti ferroviari; la "Südbahn" (SB, ferrovia del sud) era l'unica grande compagnia che rimase privata fino alla fine dell'Impero. Nel 1914, su un totale di 22.981 km di binari sul territorio austriaco, 18.859 (l'82%) erano statali.

Dopo la fine della prima guerra mondiale il parco veicoli e le infrastrutture della kkStB furono divise tra le varie compagnie statali degli stati che nacquero dalle ceneri dell'Impero: le Ferrovie dello Stato cecoslovacche (ČSD) in Cecoslovacchia, Deutschösterreichische Staatsbahnen (DÖStB) in Austria (nel 1919 divennero Österreichische Staatsbahnen ÖStB, nel 1921 Bundesbahn Österreich, BBÖ), e altre.

Cronologia[modifica | modifica sorgente]

Kaschau-Oderberger Bahn Stauding-Stramberger Eisenbahn Neutitscheiner Lokalbahn Buschtiehrader Eisenbahn Aussig-Teplitzer Eisenbahn Vorarlberger Bahn Ungarische Westbahn Tarnow-Leluchower Staatsbahn Prag-Duxer Eisenbahn Österreichische Nordwestbahn Österreichische Lokaleisenbahngesellschaft Niderösterreichische Südwestbahnen Mühlkreisbahn Mährisch-Schlesische Centralbahn Mährische Grenzbahn Lemberg-Czernowitz-Jassy Eisenbahn-Gesellschaft Rudolfsbahn Kremstalbahn kkStB Franz-Josefs-Bahn kkStB Erzherzog Albrecht-Bahn kkStB Erste Ungarisch-Galizische Eisenbahn kkStB Eisenbahn Pilsen-Priesen-Komotau) Dux-Bodenbacher Eisenbahn Bozen-Meraner Bahn Böhmische Westbahn Böhmische Nordbahn Böhmische Nordbahn Turnau-Kralup-Prag Böhmische Commerzialbahnen Rakonitz-Protiviner Bahn Istrianer Staatsbahn Dniester Bahn Dalmatiner Staatsbahn Kaiserin Elisabeth-Bahn Pferdeeisenbahn Budweis-Linz-Gmunden Österreichische Nordbahn Brünn-Rossitzer Eisenbahn Österreichische Ostbahn Staats-Eisenbahn-Gesellschaft Südöstliche Staatsbahn Ungarische Zentralbahn Nördliche Staatsbahn Carl Ludwig-Bahn Östliche Staatsbahn Krakau-Obersleschische Bahn Südliche Staatsbahn Südbahn Tiroler Staatsbahn Lombardisch-Venetianische Staatsbahn Lombardisch-Venetianische Ferdinandsbahn Milano-Monza

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]