Julio Venini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Julio Venini
Julio Venini.jpg
Nome Julio Luis Venini
Nazionalità Argentina Argentina
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1961
Carriera
Squadre di club1
1948-1950 Estudiantes Estudiantes 28 (1)
1951-1955 River Plate River Plate 137 (1)
1960-1961 Cemento Armado Cemento Armado  ? (?)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Julio Luis Venini (La Plata, 29 luglio 1929Mar del Plata, 21 febbraio 2005) è stato un calciatore argentino, di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocava come difensore, ma era in grado di ricoprire anche il ruolo di centrocampista,[1] in cui si affermò al River Plate; era un centromediano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Venini iniziò la propria carriera nel calcio professionistico nel 1948, nell'Estudiantes di La Plata; vi rimase per tre stagioni, assommando 28 presenze e 1 gol. Nel 1951 si trasferì al River Plate, dove divenne la prima scelta nel ruolo di centromediano: con Yácono e Ferrari compose il terzetto di centrocampo. Presenziò nell'incontro decisivo del campionato 1952, giocando da titolare.[2] L'anno seguente accadde lo stesso, con Venini affiancato da Roberto Tesouro e Pascasio Sola.[3] Nel 1955 cambiò ruolo, passando da centrocampista a difensore, divenendo centrale sinistro; in tale posizione prese parte al decisivo Superclásico dell'8 dicembre 1955, giocando accanto a Federico Vairo in terza linea.[4] Venini lasciò il club nel 1955, e nel 1960-1961 fu nella rosa del Cemento Armado, ove giocò come centromediano titolare.[5][6]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

River Plate: 1952, 1953, 1955

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Julio Venini, playerhistory.com. URL consultato il 2 giugno 2011.
  2. ^ (EN) Argentina 1952, RSSSF. URL consultato il 4 giugno 2011.
  3. ^ (EN) Argentina 1953, RSSSF. URL consultato il 4 giugno 2011.
  4. ^ (EN) Argentina 1955, RSSSF. URL consultato il 4 giugno 2011.
  5. ^ (ES) Títulos oficiales obtenidos por Cemento Armado, cementoarmado.es.tl. URL consultato il 4 giugno 2011.
  6. ^ (ES) Historia de Cemento Armado F.B.C., cementoarmado.es.tl. URL consultato il 4 giugno 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (ES) Diego Estévez; Sergio Lodise, 105. Historia de un siglo rojo y blanco, Ediciones Continente, pp. 268, ISBN 978-950-754-198-8.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]