Julio Venini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Julio Venini
Julio Venini.jpg
Dati biografici
Nome Julio Luis Venini
Nazionalità Argentina Argentina
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1961
Carriera
Squadre di club1
1948-1950 Estudiantes Estudiantes 28 (1)
1951-1955 River Plate River Plate 137 (1)
1960-1961 Cemento Armado Cemento Armado  ? (?)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Julio Luis Venini (La Plata, 29 luglio 1929Mar del Plata, 21 febbraio 2005) è stato un calciatore argentino, di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Giocava come difensore, ma era in grado di ricoprire anche il ruolo di centrocampista,[1] in cui si affermò al River Plate; era un centromediano.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Venini iniziò la propria carriera nel calcio professionistico nel 1948, nell'Estudiantes di La Plata; vi rimase per tre stagioni, assommando 28 presenze e 1 gol. Nel 1951 si trasferì al River Plate, dove divenne la prima scelta nel ruolo di centromediano: con Yácono e Ferrari compose il terzetto di centrocampo. Presenziò nell'incontro decisivo del campionato 1952, giocando da titolare.[2] L'anno seguente accadde lo stesso, con Venini affiancato da Roberto Tesouro e Pascasio Sola.[3] Nel 1955 cambiò ruolo, passando da centrocampista a difensore, divenendo centrale sinistro; in tale posizione prese parte al decisivo Superclásico dell'8 dicembre 1955, giocando accanto a Federico Vairo in terza linea.[4] Venini lasciò il club nel 1955, e nel 1960-1961 fu nella rosa del Cemento Armado, ove giocò come centromediano titolare.[5][6]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

River Plate: 1952, 1953, 1955

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Julio Venini, playerhistory.com. URL consultato il 2-6-2011.
  2. ^ (EN) Argentina 1952, RSSSF. URL consultato il 4-6-2011.
  3. ^ (EN) Argentina 1953, RSSSF. URL consultato il 4-6-2011.
  4. ^ (EN) Argentina 1955, RSSSF. URL consultato il 4-6-2011.
  5. ^ (ES) Títulos oficiales obtenidos por Cemento Armado, cementoarmado.es.tl. URL consultato il 4-6-2011.
  6. ^ (ES) Historia de Cemento Armado F.B.C., cementoarmado.es.tl. URL consultato il 4-6-2011.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (ES) Diego Estévez; Sergio Lodise, 105. Historia de un siglo rojo y blanco, Ediciones Continente, pp. 268. ISBN 9789507541988.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]