Jay Lane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jay Lane
Lane in concerto con i Primus al Soundwave Festival a Brisbane, in Australia, nel 2011.
Lane in concerto con i Primus al Soundwave Festival a Brisbane, in Australia, nel 2011.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rock
Jazz
Rap
Alternative rock
Alternative metal
Periodo di attività 1982 – in attività
Strumento batteria, percussioni, voce
Gruppo attuale RatDog
Gruppi precedenti Primus, Les Claypool's Frog Brigade, Charlie Hunter Trio, Sausage, Freaky Executives, The Uptones, Furthur, Christión

Jay Lane (San Francisco, 5 dicembre 1964) è un batterista statunitense, attuale membro dei RatDog (con Bob Weir), degli Scaring the Children e della band hip hop/fusion Alphabet Soup ed ex-membro della band alternative metal Primus..

Ha vinto il premio di Miglior batterista dell'anno ai California Music Awards del 2002.[1] Attualmente vive a San Francisco con la sua famiglia.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a San Francisco, Lane ha iniziato a prendere lezioni di batteria all'età di 9 anni. A 16 a un camping estivo di musica conosce Dave Shul, futuro chitarrista degli Spearhead, la band di Michael Franti, e il sassofonista Dave Ellis.

Nei primi anni 1980 suona con Shul negli Ice Age e con Ellis nella band ska-punk Uptones. Nel 1988 Lane accetta di rimpiazzare il batterista dei Primus Tim Wright e si unisce alla band, con Les Claypool e Todd Huth. Lane vi resterà per otto mesi, registrando col gruppo il demo Sausage. Deciderà poi di abbandonare la band per dedicarsi unicamente al suo progetto nel gruppo ska Freaky Executives.

Nel 2010 si riunisce ai Primus con Claypool e LaLonde con i quali registra l'EP gratuito June 2010 Rehearsal e un nuovo album in studio, Green Naugahyde, uscito nel 2011.[2], per poi uscire dalla band nel settembre 2013.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Biografia di Jay Lane in RatDog.com. URL consultato il 15 febbraio 2013.
  2. ^ (EN) Greg Prato, Les Claypool: Return of Drummer Jay Lane has 'Breathed Life' Back Into Primus in Rolling Stone, 10 giugno 2011. URL consultato il 15 febbraio 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]