James Clerk Maxwell Telescope

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
James Clerk Maxwell Telescope

JCMT on Mauna Kea.jpg
Il JCMT è situato al centro dell'immagine.

Osservatorio Osservatorio di Mauna Kea
Stato Regno Unito Regno Unito (55%)
Canada Canada (25%)
Paesi Bassi Paesi Bassi (20%)
Localizzazione Mauna Kea, isole Hawaii
Clima 350 notti con cielo chiaro.
Costruito nel 1983
Prima luce nel 1987
Caratteristiche tecniche
Tipo Radiotelescopio
Lunghezza d'onda Sub-millimetrico
Diametro primario 15 m
Sito ufficiale

Il telescopio James Clerk Maxwell (JCMT) è un telescopio submillimetrico situato all'Osservatorio di Mauna Kea (Hawaii), a 4.092 m s.l.m. Si tratta del più grande telescopio dedicato specificatamente a operare alle lunghezze d'onda submillimetriche dello spettro. Il telescopio fa parte di un progetto cooperativo tra Gran Bretagna, Canada e Olanda per lo studio del sistema solare, della polvere e del gas interstellare e di galassie lontane. Il telescopio è reso operativo dal Joint Astronomy Centre (JAC) di Hilo, alle Hawaii.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Il telescopio vide la sua prima luce nel 1987, ed è costituito da un'antenna parabolica del diametro di 15 m, costituita da 276 pannelli individuali rivestiti di una sottile pellicola di alluminio.

Dopo la sua costruzione, è stato migliorato con l'aggiunta di un fotometro e dello strumento SCUBA, un sensore submillimetrico che analizza la radiazione dal lontano infrarosso alle microonde, sostituito poi nel 2011 da un modello più evoluto, SCUBA2.

Tra le altre scoperte, ha individuato un disco circumstellare attorno a Epsilon Eridani e sistemi planetari in formazione come attorno a Vega e Fomalhaut.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica