Jakub Jan Ryba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jakub Jan Ryba

Jakub Šimon Jan Ryba (Přeštice, 26 ottobre 1765Rožmitál pod Třemšínem, 8 aprile 1815) è stato un compositore, insegnante e maestro di coro ceco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Jakub Jan Ryba nacque a Přeštice vicino a Plzeň come discendente di una famiglia di cantori. Suo padre Jakub Ryba (1732-1792) era un insegnante, organista e Kantor (cantore, ossia maestro di cappella) attivo in più posti - a Rožmitál, Volyně, Přeštice e Nepomuk - e probabilmente anche compositore. Ryba riferì che i suoi genitori erano "saggi e giusti, ma economicamente poveri". Egli ricevette i primi rudimenti musicali dal padre a Nepomuk, che gli impartì dapprima lezioni di canto, violino, violoncello e organo e successivamente insegnamenti di basso continuo e composizione e già a dieci anni egli era in grado di sostituirlo all'organo.

Dal 1781 al 1784 frequentò il Ginnasio praghese dei Piaristi, dove studiò musica sotto Cassianus Hanel; qui conobbe e trascrisse le musiche dei conterranei Josef Seger, Josef Mysliveček e Johann Baptist Vanhal e di Bach, Haydn e Carl Ditters von Dittersdorf e iniziò a produrre le sue prime composizioni.

Tornato a Nepomuk dopo gli studi, per un periodo sostituì il padre malato e dal 1786 fu insegnante a Mníšek. L'11 febbraio 1788 ricevette la medesima posizione a Rožmitál e poco dopo, il 23 maggio dello stesso anno, venne elevato a maestro del coro della chiesa locale. Nel 1790 si unì in matrimonio, dal quale avrà ben tredici figli. Come insegnante illuminato, pervaso dall'idee di Comenio e Rousseau, egli fu profondamente dedito all'insegnamento e alla propria famiglia.

L'asteroide 2523 Ryba è stato così chiamato in suo onore[1].

Considerazioni sull'artista[modifica | modifica sorgente]

Nelle sue prime composizioni egli si firmò usando un'ampia varietà di cognomi, tra i quali si ricordano Poisson, Peace, Ryballandini, Rybaville.

Composizioni[modifica | modifica sorgente]

Musica sacra[modifica | modifica sorgente]

  • 90 messe circa, tra le quali:
    • 2 in ceco
    • 2 (o 4) in ceco e in latino
    • Missa pastoralis bohemica (Hej, mistre) (1796)
    • Missa tono pietatis festis mediocribus accommodata (1814, Praga)
  • 7 Requiem
  • Oltre 100 graduali e mottetti (offertori) in latino
  • Canzoni e cori in ceco, tra i quali:
    • Oktáv neb osmidenní pobožnost k svatému Janu Nepomuckému (8 canzoni, 1803, Praga)
    • Svatohorský kur (8 canzoni, 1804, Praga)
    • Pohrební písne (1805, Praga)
  • 3 Stabat mater, tra i quali 2 in ceco
  • Chvalozpev k sv. Janu Nepomuckému (1803)
  • Soudný den (1801)
  • 50 circa tra arie, duetti, tra le quali 8 ariae et duetto (1808, Praga)
  • Oltre 50 pastorelle (mottetti pastorali e offertori), arie (maggior parte in ceco)

Musica secolare[modifica | modifica sorgente]

  • 6 Singspiele (prima del 1801), tra i quali:
    • Veselé živobytí neb vandrovní muzikanti (Spiel, 1794; musica perduta)
    • Das Denkmal in Arkadien (operetta, 1800; musica perduta)
  • Varie canzoni per 1 voce e pianoforte in ceco (1800, Praga)
  • 12 Neue böhmische Lieder (1808, Praga)
  • Lenka (testo di V. Nejedlý, 1808, Praga)
  • Pruvod dobré Betolinky (testo di V. Nejedlý, 1808, Praga)
  • Dar pilné mládeži (1829, Praga)
  • Herzensergiessung der Rossmittaler (cantata, 1803)

Musica strumentale[modifica | modifica sorgente]

  • 650 danze
  • 130 variazioni
  • 87 sonate
  • 72 quartetti
  • 56 dui
  • 48 trii
  • 38 concerti
  • 35 sinfonie
  • 35 serenate e notturni
  • 7 quintetti
  • Altre composizioni strumentali minori

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Lutz D. Schmadel, Dictionary of minor planet names, Berlino, Springer Verlag, 2003, p. 206, ISBN 3-540-00238-3.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Kancionálek pro ceskou školní mládež (Praga, 1808)
  • Denik (1811)
  • Pocátecní a všeobecní základové ke všemu umení hudebnímu (Praga, 1817)
  • Nábožný kancionál (Jihlava)
  • Irena Janáčková, Jakub Jan Ryba o svém hudebním životě (Praga, 1946), traduzione dall'autobiografia Mein musikalischer Lebenslauf (in tedesco) del 1801
  • Jan Němeček, Nástin české hudby 18. století, in Státní nakladatelství krásné literatury, hudby a umění, p. 138 (Praga, 1955)
  • Jan Němeček, Zpěvy 17. a 18. stoleti (Praga, 1955)
  • Jan Němeček, Školní deníky Jakuba Jana Ryby (Praga, 1957)
  • Jan Němeček, Jakub Jan Ryba, in Státní Hudební Vydavatelstvá (Praga, 1963)
  • Václav Spěváček, Jakub Jan Ryba, vychovatel našeho lidu (Praga, 1984)
  • Jiří Berkovec, Jakub Jan Ryba (Praga, 1995)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 76505912 LCCN: n82032753

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica