Jacques Thibaud

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jacques Thibaud

Jacques Thibaud (Bordeaux, 27 settembre 1880Barcelonnette, 1 settembre 1953) è stato un violinista francese.

Iniziò a studiare in tenera età pianoforte, riuscendo ad esibirsi per la prima volta all'età di sei anni. Tredicenne, si appassionò al violino che studiò al Conservatorio di Parigi e che lo accompagnerà per tutta la vita. Nel ruolo di primo violino d'orchestra vinse nel 1896 il premio di miglior violinista con Pierre Monteux. Dal 1898 si esibì in molte tournée in varie nazioni riscuotendo grandi successi.

I virtuosismi stilistici e le sonorità eleganti fecero di Thibaud uno dei migliori violinisti del suo tempo e, benché preferisse suonare da solista, accrebbe ulteriormente la sua fama suonando insieme al pianista Alfred Cortot e al violoncellista Pablo Casals in un trio, costituito da Cortot nel 1905, con il quale Thibaud suonò anche in duo.

Insieme alla pianista Marguerite Long fu il fondatore nel 1943 del "Concours international Marguerite Long - Jacques Thibaud" per violinisti e pianisti, attivo tutt'oggi[1].

Morì nel 1953 in un incidente aereo sulle Alpi francesi, aveva con sé uno Stradivari del 1720.


Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Concorso Long-Thibaud

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Jacques Thibaud, Un violon parle. Souvenir de Jacques Thibaud, recueillis par Jean-Pierre Dorian, Edition Du Blé qui Lève, Paris, 1947
  • Jacques Thibaud, Il magico violino. Ricordi di vita e d'arte raccolti da Jean-Pierre Dorian; tr. it. di Enzo Orlandi, Milano, Editrice Antonioli di C. Pastore, stampa 1946
  • Boris Schwarz, Jacques Thibaud, in Great Masters of the Violin: From Corelli and Vivaldi to Stern, Zukerman and Perlman, London, Robert Hale, 1983, pp. 354-359
  • Henry Roth, Jacques Thibaud, in Violin Virtuosos, From Paganini to the 21st Century, Los Angeles, California Classics Books, 1997, pp. 50-57
  • Jean-Michel Molkhou, Jacques Thibaud, in Les grands violonistes du XXe siècle. Tome 1- De Kreisler à Kremer, 1875-1947, Paris, Buchet Chastel, 2011, pp. 37-42

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 39519774 LCCN: n81140121