Ishigaki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Ishigaki
città
石垣市
Ishigaki – Bandiera
Panorami di Ishigaki
Panorami di Ishigaki
Localizzazione
Stato Giappone Giappone
Regione Kyūshū
Prefettura Flag of Okinawa Prefecture.svg Okinawa
Sottoprefettura Non presente
Distretto Non presente
Territorio
Coordinate 24°20′N 124°09′E / 24.333333°N 124.15°E24.333333; 124.15 (Ishigaki)Coordinate: 24°20′N 124°09′E / 24.333333°N 124.15°E24.333333; 124.15 (Ishigaki)
Superficie 228,91 km²
Abitanti 48 755[2] (giugno 2012)
Densità 212,99 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 47207-7
Fuso orario UTC+9
Cartografia
Mappa di localizzazione: Giappone
Ishigaki
Ishigaki – Mappa
Sito istituzionale

Ishigaki (石垣市 Ishigaki-shi?) è una città del Giappone meridionale che fa parte della Prefettura di Okinawa. Comprende i territori dell'omonima isola di Ishigaki, che fa parte dell'arcipelago delle isole Yaeyama, e quelli delle disabitate isole Senkaku, contese al Giappone da Cina e da Taiwan, che ne reclamano la sovranità. Secondo una stima del 2010 vi sono 46.938 abitanti, distribuiti su un'area di 228,91 km², per una densità di 205,05 ab./km²

Nel 2007, l'isola di Ishigaki è stata inserita nel Parco Nazionale di Iriomote-Ishigaki, di cui già facevano parte le isole di Iriomote, Kuroshima, Taketomi, Kohama ed altre minori.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La municipalitá fu fondata nel 1908 con il nome di villaggio Yaeyama, fusione dei pre-esistenti distretti (megumi) di Ishigaki, Ōhama e Miyara. Prese il nome Ishigaki nel 1914, mantenendo lo status di villaggio. Divenne una cittadina nel 1926 e fu dichiarata città il 10 luglio 1947. Tra il 1945 ed il 1972, come il resto della Prefettura di Okinawa, Ishigaki fu posta sotto il controllo dell'Amministrazione civile degli Stati Uniti d'America per le Isole Ryukyu, dopo la sconfitta giapponese nella seconda guerra mondiale. A causa della disputa in atto tra Cina, Taiwan e Giappone, il governo di Tokyo ha proibito l'accesso alle Senkaku.[3]

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

L'aeroporto di Ishigaki è il più grande tra quelli delle Yaeyama, collega la città con diverse isole della Prefettura di Okinawa e con le maggiori città del Giappone. Si trova nella zona a nordest del principale centro abitato dell'isola. Il porto si trova nel centro cittadino ed offre un servizio di traghetti che collega Ishigaki con le altre isole dell'arcipelago.[4] È presente un servizio di autobus composto da 12 linee che toccano le principali località e spiagge dell'isola.[5]

Attrazioni[modifica | modifica sorgente]

Ishigaki è diventata famosa in Giappone per la bellezza delle sue spiagge e la pulizia del suo mare. Tra le altre attrazioni turistiche che offre vi sono:

  • Gongen Do: un santuario shintoista fondato nel 1614 situato vicino al centro cittadino. Distrutto durante un'inondazione nel 1771, gli odierni edifici sono quelli del 1787[6]. Anche l'adiacente tempio buddhista Torin Ji fu fondato nel 1614, al suo interno sono conservate statue risalenti al 1737.
  • Miyara Donchi: un edificio residenziale costruito nel 1819, che si distingue per le caratteristiche del tetto. Si trova nel centro cittadino, nelle vicinanze della chiesa cattolica.
  • Shiritsu Yaeyama Hakubutsukan: il Museo delle Isole Yaeyama, anch'esso nel centro cittadino, conserva caratteristiche imbarcazioni locali ed altri oggetti tipici della cultura delle Yaeyama.
  • Fuzaki Kannon Do: un santuario shinto costruito nel 1742 e situato su una collina a 5 km dal centro cittadino. È dedicato a Kannon, la kami della misericordia, ed offre spettacolari panorami dell'isola.[7]
  • Tojinbaka: tomba in stile cinese situata 6 km ad ovest del centro cittadino. Vi sono seppelliti 400 cinesi che morirono durante una ribellione su una nave diretta in America nel 1852.[7]
  • Kabira Wan: un'interessante baia nel nord-ovest dell'isola.

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Persone legate a Ishigaki[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (JA) 石垣市の人口(住民基本台帳人口移動詳細表), sul sito ufficiale comunale
  2. ^ [1]
  3. ^ (EN) Ito, Masami: Jurisdiction over remote Senkakus comes with hot-button dangers, sul sito del Japan Times
  4. ^ (EN) Ferry Timetable, orari dei traghetti sul sito dell'Hirata Group
  5. ^ (EN) Local bus, su yae-trip.jp
  6. ^ (EN) Chris Taylor: Japan, S. 716. Stefan Loose Verlag. Berlin 1998
  7. ^ a b Yamakei: Ryukyu Nansei Shoto, pag. 105 e 106. Tokio 2003. ISBN 4-635-01718-4

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Giappone Portale Giappone: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Giappone