In Plane Switching

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Logo dell'IPS

In-Plane Switching o IPS è una tecnologia LCD sviluppata da Hitachi nel 1996 per migliorare l'angolo di visione e la riproduzione dei colori dei pannelli TN. Il suo nome deriva dal fatto che le molecole di cristallo si muovono parallelamente al pannello e non perpendicolarmente. Questa particolare struttura riduce la quantità di luce dispersa nella matrice, donando allo schermo IPS i suoi caratteristici larghi angoli di visione (178° orizzontale/verticale) e buona riproduzione dei colori. Le prime iterazioni di schermi IPS erano afflitte da alti tempi di risposta e bassi valori di contrasto, tuttavia successive evoluzioni come il Super-IPS, hanno in buona parte posto rimedio a queste mancanze. La tecnologia IPS è largamente impiegata nei monitor di fascia alta per gli artisti di grafica professionale, ma con il recente calo dei prezzi di produzione è apparsa anche nel mercato mainstream.

Super PLS[modifica | modifica wikitesto]

Una variante della tecnologia IPS è la Super PLS (Plane-to-Line Switching), introdotta da Samsung che dichiara:

  • Ulteriori miglioramenti di brillantezza del 10%
  • Costi di produzione ridotti
  • Possibilità di realizzare display flessibili.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Samsung PLS improves on IPS displays like iPad's, costs less.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Schermo a cristalli liquidi