Hjalmar Bergman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Profilo di Hjalmar Bergman ritagliato nell'acciaio, opera al museo all'aperto del quartiere Wadköping ad Örebro, Svezia

Hjalmar Fredrik Elgérus Bergman (Örebro, 19 novembre 1883Berlino, 1º gennaio 1931) è stato uno scrittore e sceneggiatore svedese.

Figlio di un banchiere, Bergman ha studiato all'Università di Uppsala. Ha sposato la figlia dell'attore e produttore August Lindberg.

Tra il 1901 ed il 1907 visse a Firenze in una casa sulla cui facciata una lapide ricorda la sua permanenza.

La maggior parte delle sue opere sono ambientate in una piccola città nella Svezia centrale e si sviluppano in un universo parallelo in modi che ricordano i romanzi di Balzac.

I segreti vergognosi di dozzine di famiglie imparentate escono gradualmente dall'armadio mentre le vicende diventano sempre più simboliche.

La visione pessimistica è sempre temperata da un umore grottesco; in realtà in un romanzo come Markurells i Wadköping il grottesco riesce quasi completamente a sfumare il pessimismo.

Dopo un periodo di lavoro come sceneggiatore a Hollywood senza successo, la tendenza all'alcolismo di Bergman prese il sopravvento e lo portò ad una morte prematura.

Opere (elenco parziale)[modifica | modifica wikitesto]

  • Maria, Jesu moder (1905)
  • Amourer (1910)
  • Hans Nåds testamente (romanzo, 1910, e sceneggiatura del film His Grace's Will o The Baron's Will)
  • Marionettspel (1917)
  • Markurells i Wadköping (romanzo, 1919, e sceneggiatura di God's Orchid, 1924, o Father and Son)
  • Farmor och vår Herre (1921, Thy Rod and Thy Staff)
  • Chefen Fru Ingeborg (1924)
  • Clownen Jac (1930, The Clown Jac)
  • Swedenhielms (1935, film uscito anche in Italia col titolo Gli Swedenhielms)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Yria Haglund, Di storia in storia. La biblioteca italiana di Hjalmar Bergman, ISBN 88-87296-91-X, 2001, pagine 144, Collana “Egeria” [3]. Traduzione dallo svedese a cura di Susanna Eneberg (Introduzione e La biblioteca di testi italiani di Hjalmar Bergman) e Elena Torrigiani (Osservazioni su “Savonarola. La storia di un frate” e Temi storici fiorentini in alcuni dei primi racconti). Questo volume è stato pubblicato in collaborazione con la Fondazione C. M. Lerici, Stoccolma.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 39417790 LCCN: n81097667

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie