Henri Charles de La Trémoille

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Henri Charles de La Trémoille (17 dicembre 162014 settembre 1672) era il figlio di Henri de La Trémoille, duc of Thouars e di La Trémoille, e di sua moglie, Marie de La Tour d'Auvergne.

Nel 1628, il padre di La Trémoille, Henri III of Trémoïlle, convertì se stesso ed i figli al cattolicesimo, ma la madre di La Trémoille lo convinse a riconvertirsi al protestantesimo quando raggiunse la maggiore età. Nel 1638, si arruolò nell'esercito di suo zio, Federico Enrico, Principe d'Orange.

Nell'ottobre 1651, durante la Fronda, affrontò il Cardinale Mazzarino ed appoggio Condé opertamente. Di conseguenza, nel 1656 fu imprigionato ad Amiens. La madre di La Trémoille ottenne il suo rilascio dopo diversi mesi di prigionia. Fu poi relegato a Poitou ed in seguito tornò a servire in Olanda. Nel 1668, ritornò dall'Olanda per gestire gli affari del ducato di Thouars poiché il padre era indebolito dalla gotta, e si riconvertì nuovamente al cattolicesimo, togliendo i figli alla moglie che era fuggita nei Paesi Bassi. Morì due anni prima di suo padre nel 1672; fu quindi suo figlio maggiore, Charles, che successe come terzo duca di Thouars.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Henri Charles sposò, il 15 maggio 1648 a Kassel, Emilia (1626–1693), figlia del Langravio Guglielmo V d'Assia-Kassel e di sua moglie Amalia Elisabetta di Hanau-Münzenberg, con la quale ebbe i seguenti figli:

  • Charlotte Emilie (1652–1732)
    ∞ 1680 Graf Anton von Aldenburg (1633–1681)
  • Charles Belgique (1655–1709), Duca di Thouars
    ∞ 1675 Madeleine de Crequy († 1707)
  • Frédéric-Guillaume (1658–1738), principe de Talmont
    ∞ 1707 Elisabeth Anne de Bouillon
  • Henriette-Célèste (* 1662; † giovane)
  • Marie-Sylvie (1662–1692)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • La Trémoille, Henri-Charles de, Griffet, Henri (Ed.): Mémoires de Henri-Charles de la Tremoille, prince de Tarente., Liége, J. F. Bassompierre, 1767.
  • William A. Weary: The House of La Tremoille, Fifteenth through Eighteenth Centuries: Change and Adaptation in a French Noble Family, The Journal of Modern History, Vol. 49, No. 1, The University of Chicago Press 1977
  • Peter van de Veer: Conversion to Modernities (online)
  • Silke Köhn: Vom Zauber einer Legende. Die Braut von Fikensolt. Das Bildnis der Charlotte Amélie de la Trémoille, Gräfin von Aldenburg (1652 - 1732). Oldenburg 2005

Note[modifica | modifica sorgente]


Controllo di autorità VIAF: 107604183