Half-farthing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Half farthing
Valore 1/8 di penny
1/1920 di sterlina
Massa 2,3 g
Diametro 18 mm
Contorno liscio
Composizione Rame
Anni di coniazione 1828-1856
Dritto
NoImage.svg
Disegno Ritratto giovanile di Vittoria, intorno la legenda VICTORIA D G BRITANNIAR REGINA F D
Rovescio
NoImage.svg
Disegno HALF FARTHING, in alto una corona, in basso la data e, lungo il bordo, un cardo, una rosa ed un quadrifoglio
Incisore William Wyon
Data del disegno 1839

Lo half-farthing era una moneta britannica del valore di mezzo farthing, vale a dire un ottavo di penny. Fu coniata durante il periodo 1828-1856, sebbene alcune monete di prova siano note con la data 1868.

Durante questi anni è stata la moneta di valore più basso tra quelle circolanti nel Regno Unito. In alcuni possedimenti coloniali circolavano invece monete ancora più piccole quali i Third-farthing ed i Quarter-farthing, rispettivamente 1/3 ed 1/4 di farthing.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Anche questa moneta nacque per uso coloniale, infatti i primi esemplari, prodotti a nome di Giorgio IV, furono inviati in Ceylon nel 1828 e nel 1830. Questi pezzi presentavano al diritto il ritratto del sovrano, volto a sinistra, attorniato dalla legenda GEORGIUS IV DEI GRATIA ed il millesimo. L'iconografia del rovescio era quella tipica delle monete dell'epoca, con la Britannia seduta su di uno scudo, rivolta a destra con un tridente in mano; la legenda BRITANNIAR REX FID DEF. Come consuetudine all'epoca, non era riportato esplicitamente il valore della moneta, la quale aveva un peso di 2,4 grammi ed un diametro di 18 millimetri.

Sotto il regno del successore Guglielmo IV, nel 1837, furono coniati nuovi half-farthing dal peso leggermente ridotto (2,3 grammi) ma dall'identico diametro. L'iconografia era identica alla precedente, fatta eccezione ovviamente per la legenda al diritto, che divenne GULIELMUS IIII DEI GRATIA 1837.

Durante il regno di Vittoria, monete di questo tipo furono coniate per la circolazione anche nella madrepatria, in diverse occasioni. Fu restaurato il peso di 2,4 grammi (per il solo millesimo 1856 fu ribassato a 2,3 g) e mantenuto il diametro classico. Il diritto presenta la testa della sovrana volta a sinistra, attorniata dalla legenda VICTORIA D G BRITANNIAR REGINA F D, mentre il rovescio è sensibilmente diverso dal precedente: campeggia al centro, per la prima volta, la scritta HALF FARTHING, in alto una corona, in basso invece il millesimo e, lungo il bordo, una rosa con tre foglie incrociate. Questo disegno fu sostituito nel 1842 con una combinazione floreale di cardo, rosa e quadrifoglio a simboleggiare le tre corone di Scozia, Inghilterra ed Irlanda. Questa modifica rifletté il mutato status di questa moneta, che il 13 giugno 1842 cominciò a circolare anche nel territorio del Regno Unito.

Malgrado il suo infimo valore facciale rendesse questa moneta pressoché inutile, almeno nel territorio metropolitano e le lettere di protesta che alcuni lettori inviarono a giornali come The Times, lo half-farthing rimase in circolazione sino al 1869, quando venne demonetizzato. Esistono prove in bronzo e cupronichel datate 1868.

Pezzi coniati[modifica | modifica wikitesto]

Giorgio IV[modifica | modifica wikitesto]

Anno Zecca Pezzi coniati Note
1828 Londra 7 680 000 Esiste una variante con la figura della Britannia più grande
Esiste in versione proof
1830 Londra 8 776 000 Esistono varianti con data grande o piccola
Esiste in versione proof

Guglielmo IV[modifica | modifica wikitesto]

Anno Zecca Pezzi coniati Note
1837 Londra 1 935 000

Vittoria[modifica | modifica wikitesto]

Anno Zecca Pezzi coniati Note
1839 Londra 2 043 000
1842 Londra ?
1843 Londra 3 441 000
1844 Londra 6 451 000 Esiste una variante con la E di REGINA ribattuta su N
1847 Londra 3 011 000
1851 Londra ? Esistono diverse varianti con data ribattuta
1852 Londra 989 000
1853 Londra 955 000 Esiste in versione proof
1854 Londra 677 000
1856 Londra 914 000 Esistono varianti con data grande o piccola
Esiste una variante con legenda errata KRITANNIA

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]