Dieci penny (moneta britannica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
10 pence
Valore 0,10 sterline
Massa 6,5 g
Diametro 24,5 mm
Spessore 2,05 mm
Contorno zigrinato
Composizione Ac ricoperto di Ni
Anni di coniazione 1968-
Dritto
NoImage.svg
Disegno Ritratto di Elisabetta II
Incisore Ian Rank-Broadley
Data del disegno 1998[1]
Rovescio
NoImage.svg
Disegno parte destra alta dello stemma reale, raffigurante il leone inglese, in alto TEN PENCE
Incisore Matthew Dent
Data del disegno 2008

La moneta da dieci penny (10p) (in inglese ten pence) è una suddivisione della sterlina britannica. Venne introdotta il 23 aprile 1968 in preparazione alla decimalizzazione della valuta, avvenuta nel 1971. A quel tempo aveva lo stesso valore, dimensione e peso della moneta da due scellini, a cui fu affiancata con l'obiettivo di familiarizzare gradualmente i cittadini al nuovo conio decimale. Entrambe le monete circolarono sino al 1992, quando il diametro della moneta da 10 penny fu ridotto e le vecchie monete più grandi vennero ritirate dalla circolazione a partire dal 1º gennaio 1993.

Al 31 marzo 2012 sono stati stimati complessivamente 1 600 000 di monete da dieci penny in circolazione, per un controvalore di 160 000 000 di sterline circa.

Il potere liberatorio di questa moneta è stato fissato in 50 pezzi, vale a dire per pagamenti fino a 5 sterline[2].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Questa moneta fu la prima del nuovo sistema decimale, insieme a quella da cinque penny, ad essere introdotta in circolazione. Avendo lo stesso valore e identica dimensione della moneta da due scellini (28,5 mm di diametro per 11,31 g di peso), circolò accanto ad essa fino a quando, nel 1992, la Royal Mint decise di ridurne il diametro ed il peso, passando a 24,5 mm e 6,5 g rispettivamente. Le nuove monete furono immesse in circolazione il 30 settembre 1992 e, a partire dal 1993, la vecchia versione cessò di avere corso legale, così come tutte le monete da due scellini, anche se in pratica le più vecchie in circolazione erano datate 1947, quando smisero di essere prodotte in argento. La nuova versione della moneta era soltanto di poco più grande del vecchio 5 penny, così come era stato prodotto dal 1968 al 1989.

Il rovescio ha avuto tre diversi design finora, tutti raffiguranti la sovrana Elisabetta II. Il primo, utilizzato dal 1968 al 1984, opera di Arnold Machin; quindi fino al 1997 un ritratto più maturo opera di Raphael Maklouf; infine il disegno attuale, opera di Ian Rank-Broadley. In tutti i casi, l'iscrizione è ELIZABETH II D.G.REG.F.D. seguita dalla data.

Il diritto ha invece cambiato disegno solo nel 2008. Il disegno originale, opera di Christopher Ironside, raffigurava un leone coronato ma, dopo la decisione della zecca di ridisegnare tutte le monete (tranne quella da 2 sterline), Matthew Dent ha realizzato un nuovo conio dove compare sempre il simbolo dell'Inghilterra, la parte in alto a sinistra dello stemma reale, dove si intravedono due leopardi. La dicitura TEN PENCE compare dal 1982 in sostituzione dell'originale NEW PENCE.

A partire dal gennaio 2012 il 10 penny viene prodotta in una lega differente, acciaio ricoperto di nickel e, pertanto, le monete sono leggermente più alte delle precedenti in cupronickel (2,05 mm contro 1,85 circa). È previsto il progressivo ritiro dalla circolazione delle monete in cupronickel, allo scopo di recuperare il metallo contenuto, sebbene conserveranno il loro valore legale[3].

Pezzi coniati[modifica | modifica sorgente]

Anno Zecca Pezzi coniati Note
1968 Llantrisant 336 143 250
1969 Llantrisant 314 008 000
1970 Llantrisant 133 571 000
1971 Llantrisant 63 205 000
1972 Llantrisant ? Coniata esclusivamente per collezionisti
1973 Llantrisant 152 174 000
1974 Llantrisant 92 741 000
1975 Llantrisant 181 559 000
1976 Llantrisant 228 220 000
1977 Llantrisant 59 323 000
1978 Llantrisant ? Coniata esclusivamente per collezionisti
1979 Llantrisant 115 457 000
1980 Llantrisant 88 650 000
1981 Llantrisant 3 487 000
1982 Llantrisant 205 000 Coniata esclusivamente per collezionisti
1983 Llantrisant 637 000 Coniata esclusivamente per collezionisti
1984 Llantrisant 158 820 Coniata esclusivamente per collezionisti
1985 Llantrisant 178 000 Coniata esclusivamente per collezionisti
1986 Llantrisant 167 000 Coniata esclusivamente per collezionisti
1987 Llantrisant 172 000 Coniata esclusivamente per collezionisti
1988 Llantrisant 134 000 Coniata esclusivamente per collezionisti
1989 Llantrisant 78 000 Coniata esclusivamente per collezionisti
1990 Llantrisant ? Coniata esclusivamente per collezionisti
1991 Llantrisant ? Coniata esclusivamente per collezionisti
1992 Llantrisant 1 413 455 170
1993 Llantrisant ? Coniata esclusivamente per collezionisti
1994 Llantrisant ? Coniata esclusivamente per collezionisti
1995 Llantrisant 43 259 000
1996 Llantrisant 118 738 000
1997 Llantrisant 99 196 000
1998 Llantrisant Coniata esclusivamente per collezionisti
1999 Llantrisant 136 492 Coniata esclusivamente per collezionisti
2000 Llantrisant 134 727 000
2001 Llantrisant 82 081 000
2002 Llantrisant 80 934 000
2003 Llantrisant 88 118 000
2004 Llantrisant 99 602 000
2005 Llantrisant 69 604 000
2006 Llantrisant 118 803 000
2007 Llantrisant 72 720 000
2008 Llantrisant 81 167 000 Di cui 71 447 000 con il nuovo conio di rovescio
2009 Llantrisant 60 000 000
2010 Llantrisant 25 320 500

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ritoccato nel 2008 eliminando il contorno perlinato.
  2. ^ (EN) Ten Pence Coin, royalmint.com. URL consultato il 29 marzo 2013.
  3. ^ (EN) Cupro Nickel Replacement Programme, royalmint.com. URL consultato il 29 marzo 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]