Gwalior

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Gwalior
Corporazione Municipale (Municipal Corporation)
Gwalior – Veduta
Localizzazione
Stato India India
Stato federato Madhya Pradesh
Divisione Gwalior
Distretto Gwalior
Territorio
Coordinate 26°13′24.96″N 78°10′45.12″E / 26.2236°N 78.1792°E26.2236; 78.1792 (Gwalior)Coordinate: 26°13′24.96″N 78°10′45.12″E / 26.2236°N 78.1792°E26.2236; 78.1792 (Gwalior)
Altitudine 196[1] m s.l.m.
Abitanti 826 919 (2001)
Altre informazioni
Lingue hindi, inglese
Cod. postale 474002 (Gwalior R. S.), 474003 (Gwalior City), 474005 (Gwalior Residency), 474008 (Gwalior Fort)[2]
Prefisso 751[3]
Fuso orario UTC+5:30
Targa MP-07
Cartografia
Mappa di localizzazione: India
Gwalior
Sito istituzionale

Gwalior (hindi ग्वालियर, ISO 15919 Gvāliyar) è una suddivisione dell'India, classificata come municipal corporation, di 826.919 abitanti, capoluogo del distretto di Gwalior e della divisione di Gwalior, nello stato federato del Madhya Pradesh. In base al numero di abitanti la città rientra nella classe I (da 100.000 persone in su)[4].

In posizione strategica, al centro dell'India settentrionale, Gwalior è stata la capitale della regione storica del Gird (XI secolo), quindi la sua importante fortezza ha visto succedersi diversi domini.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

La città è situata a 26° 13' 25 N e 78° 10' 45 E e ha un'altitudine di 196 m s.l.m.[1].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il forte fu costruito dai Rajput Kachwaha nel X secolo, fu conquistato dai sultani di Delhi e nel 1398 preso dai Rajput Tomar; nel 1516 passò ai Moghul, poi ai Maratti e ai Jati. Durante i moti indiani del 1857 fu conquistato dagli inglesi che lo strapparono alla rani di Jhansi, poi nel 1886 passò nelle mani della dinastia Scindia che fecero della città la capitale del principato di Gwalior.[5]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Questi sono i principali monumenti di Gwalior[5]:

  • Forte di Gwalior
  • Templi Sasbahu (X secolo)
  • Man Mandir (1486 - 1517)
  • Museo Archeologico, custodisce le statue trovate nei dintorni.
  • Jami Masjid (1661), moschea.
  • Tomba di Muhammad Ghaus (fine XVI secolo)
  • Tomba di Tansen (inizio XVII secolo)
  • Jai Vilas (1872 - 1874), palazzo residenza dei principi di Gwalior, progettato dal tenente colonnello britannico sir Michael Filose.

Demografia[modifica | modifica sorgente]

Al censimento del 2001 la popolazione di Gwalior assommava a 826.919 persone, delle quali 442.484 maschi e 384.435 femmine. I bambini di età inferiore o uguale ai sei anni assommavano a 109.028, dei quali 59.462 maschi e 49.566 femmine. Infine, coloro che erano in grado di saper almeno leggere e scrivere erano 578.778, dei quali 337.762 maschi e 241.016 femmine.[6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Falling Rain Genomics, Inc, Gwalior, India Page. URL consultato l'11-07-2008.
  2. ^ (EN) India Post, Pincode search - Gwalior. URL consultato il 28-07-2008.
  3. ^ (EN) Bharat Sanchar Nigam Ltd, STD Codes for cities in Madhya Pradesh. URL consultato il 28-07-2008.
  4. ^ (EN) Census of India, Alphabetical list of towns and their population - Madhya Pradesh (PDF). URL consultato il 21-05-2008.
  5. ^ a b Nicholson, pp. 110-111.
  6. ^ (EN) Census of India 2001, Population, population in the age group 0-6 and literates by sex - Cities/Towns (in alphabetic order): 2001. URL consultato il 20-06-2008.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Louise Nicholson, Le guide traveler di National Geographic: India, National Geograhic Society, 2007, ISBN 978-88-540-0971-4.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]