Gracilinanus aceramarcae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Opossum gracile di Aceramarca
Missing.png
Gracilinanus aceramarcae
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Mammalia
Infraclasse Metatheria
Superordine Ameridelphia
Ordine Didelphimorphia
Famiglia Didelphidae
Genere Gracilinanus
Specie G. aceramarcae
Nomenclatura binomiale
Gracilinanus aceramarcae
(Tate, 1931)
Sinonimi

Marmosa aceramarcae

L'Opossum gracile di Aceramarca (Gracilinanus aceramarcae (Tate, 1931)) è un mammifero marsupiale della famiglia dei Didelfidi.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Questo piccolo opossum è lungo da 7 a 13 cm (esclusa la coda, che può essere lunga sino a 15 cm), per un peso di 25-35 gr circa.

Il pelo è generalmente di colore bruno-rossastro o bruno-grigiastro sul dorso e di colore crema sul ventre, con un sottile anello di colore nero attorno agli occhi.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

È diffuso in Bolivia e Perù, in una ristretta area della porzione orientale delle Ande.

Il suo habitat è la foresta pluviale, ad una altitudine di 2.600-3.300 m.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

È una specie arboricola, le cui abitudini sono ancora poco conosciute.

La sua dieta è rappresentata da frutta, insetti ed altri piccoli invertebrati.

Status e conservazione[modifica | modifica sorgente]

La Zoological Society of London, in base a criteri di unicità evolutiva e di esiguità della popolazione, considera Gracilinanus aceramarcae una delle 100 specie di mammiferi a maggiore rischio di estinzione.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi