Gorch Fock (1933)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gorch Fock
La Gorch Fock negli anni trenta
La Gorch Fock negli anni trenta
Descrizione generale
Naval Ensign of Germany.svg Naval Ensign of the Soviet Union.svg Naval Ensign of Ukraine.svg
Tipo Brigantino a palo
Proprietario/a Kriegsmarine
Costruttori Blohm & Voss
Cantiere Amburgo
Entrata in servizio 26 giugno 1933
Destino finale nave museo a Stralsund
Caratteristiche generali
Dislocamento 1510
Lunghezza 82,1 m
Larghezza 12 m
Pescaggio 5,2 m
Propulsione Vela: tre alberi a vele quadre su alberi di trinchetto e maestra, vela aurica sull'albero di mezzana, per una superficie totale di 1753 m2 , su 23 vele; motore ausiliario da 410kW (550 shp)

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

La Gorch Fock è stata un veliero a tre alberi con scafo in acciaio, usato come nave scuola dalla Kriegsmarine, la Marina militare tedesca. Entrò in servizio nel 1933. Il nome deriva dallo pseudonimo dello scrittore tedesco Johann Kinau, che si firmava Gorch Fock.

Nel 1958 è entrata in servizio una sua nave gemella, la Gorch Fock II.

Progettazione[modifica | modifica wikitesto]

La nave con la bandiera di Stralsund. Si intravede il nome russo "товарищ" (Tovarisch) ricoperto dalla vernice.

La nave venne progettata sulla scia di un grave incidente, occorso ad un'altra nave scuola della Kriegsmarine, la Segelschulschiff Niobe[1], che nel 1932 si capovolse nel Baltico per un colpo di vento con la morte di 69 membri dell'equipaggio. Di conseguenza la nuova nave scuola venne progettata con una elevata stabilità intrinseca, che comprendeva 200 tonnellate di zavorra di acciaio in grado di raddrizzare la nave anche in seguito ad un ingavonamento di 90°.

Servizio[modifica | modifica wikitesto]

La nave entrò in servizio effettuando crociere di addestramento fino allo scoppio della seconda guerra mondiale, venne poi usata come ufficio dal 1942 a Stralsund e infine autoaffondata[1], sotto il fuoco dei carri armati da terra, per evitare la cattura da parte dei sovietici.

La Gorch Fock a Stralsund dopo i restauri (2013)

Ripescata da questi nel 1947 con un costo di 800.000 marchi, fu restaurata dal 1948 al 1950[1] e immessa in servizio come nave scuola della marina sovietica col nome di Tovarish (товарищ) e base ad Odessa. Passata all'Ucraina dopo il 1991 e la dissoluzione dell'URSS, rimase in servizio fino al 1993, quando venne disattivata per mancanza di fondi per la manutenzione. Venne poi venduta ad una compagnia privata che voleva restaurarla a Newcastle upon Tyne, ma per i costi notevoli rinunciò all'impresa e la nave venne riportata a Wilhelmshaven[1] dove rimase quattro anni in bacino per lavori ed infine venne rimessa in servizio come nave museo ribattezzandola col nome di Gorch Foch I[1].

Altre navi della classe[modifica | modifica wikitesto]

Dal progetto originario sono state costruite altre navi più o meno gemelle, ed altre molto simili dal cantiere Astilleros Celaya S.A. di Bilbao per marine sudamericane.

Le navi gemelle sono[2]:

Quelle costruite a Bilbao [2]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (DE) Bark "Gorch Fock I" - ex: Gorch Fock I (1933) ex: Tovarishch (bis 28.11.2003)
  2. ^ a b GORCH FOCK (I) und ihre Schwestern - Eine Gegenüberstellung. URL consultato il 12 agosto 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Coordinate: 54°19′00″N 13°05′54″E / 54.316667°N 13.098333°E54.316667; 13.098333

marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina