Gliese 570

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gliese 570 A/B/C/D
Il sistema di Gliese 570Il sistema di Gliese 570
Classificazione Stella quadrupla (Nana arancione + 2 nane rosse + Nana bruna)
Classe spettrale K4-Ve / M1.5V / M3-V / T8
Distanza dal Sole 19.2 ± 0.09 anni luce
(5.89 ± 0.03 pc)
Costellazione Bilancia
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 14h 57m 24s [1]
Declinazione -21° 24′ 55.7″[1]
Lat. galattica +32.710
Long. galattica 338.240
Dati fisici
Raggio medio 0.739 ± 0.019[2] / 0,60 / 0,50 / ? R
Massa
0.802 ± 0.040[2] / 0,50 / 0,33 / 0,048 M
Periodo di rotazione 48.3 giorni
Velocità di rotazione
[2]
1,50
Temperatura
superficiale
4597 ± 101[2] / ? / ? / 500 K (media)
Luminosità
0,35 / 0,02 / 0,003 / 0,000003 L
Indice di colore (B-V) 1,11 / 1,51 / ? / ?
Metallicità 102 % del Sole
Età stimata 4,5 x 109
Dati osservativi
Magnitudine app. 5.75/8.00/9,90/?
Magnitudine ass. 6.96/9.21/11,05/?
Parallasse 169.85 ± 0.82 mas
Moto proprio AR: 1034,18 mas/anno
Dec: -1725,60 mas/anno[1]
Velocità radiale +29.1 / +27.9 / ? / ? km/s
Nomenclature alternative
HD 131977 / 131976/ ? / ?, BD -20°4125, LHS 387, LTT 5949, GCTP 3375.00, SAO 183040, FK5 1391, LFT 1161, LPM 551, Vys 726, ADS 9446, HIP 73184 / 73182 / ? / ?

Gliese 570 è un sistema stellare quadruplo distante circa 19,2 anni luce dal sistema solare, situato nella costellazione della Bilancia.

Il sistema è composto da una stella arancione di sequenza principale, da una coppia di nane rosse che le orbitano attorno ad una distanza media di circa 190 UA lungo un'orbita piuttosto eccentrica (e=0,2) che percorrono in circa 2130 anni e da una nana bruna orbitante attorno alle altre tre stelle ad una distanza media di 1500 UA.

Distanza e visibilità[modifica | modifica sorgente]

Gl570
Il sistema ternario Gliese 570. La nana bruna di classe T, Gliese 570D, è indicata dalla freccia. Fonte 2MASS.

In una notte serena, si nota che il sistema di Gliese 570 è situato nella costellazione della Bilancia. Nel cielo terrestre il sistema si trova a sud-est di Alfa Librae e a nord-ovest di Sigma Librae. La declinazione del sistema è di -21, il che significa che sarebbe una stella dell'emisfero australe ma è visibile da molte altre aree abitate del nostro pianeta.

Nel 1990, il satellite europeo Hipparcos aveva misurato la parallasse di Gliese 570 B e C e suggeriva una distanza di 22,4 a.l. dalla Terra. Adesso, si crede che la misurazione della parallasse effettuato dal satellite Hipparcos abbia avuto un piccolo errore perché il sistema di Gliese 570 non si trova attualmente a questa distanza. La magnitudine apparente della componente A è di 5,75, il che significa che è appena visibile ad occhio nudo.

Il sistema stellare[modifica | modifica sorgente]

Il sistema stellare è formato da 4 stelle: la componente A, una nana arancione che ha alcune caratteristiche in comune con il Sole, le componenti B e C, 2 nane rosse similissime fra loro e la componente D, una nana bruna in orbita attorno alle altre 3 stelle.[3][4]

Gliese 570 A[modifica | modifica sorgente]

Gliese 570 A è la stella principale del sistema. Questa stella arancione della sequenza principale (classe spettrale K5-Ve) possiede il 76% della massa del Sole, 77% circa del suo diametro ma solo il 35% della sua luminosità. L'abbondanza di elementi più pesanti dell'elio (metallicità) è pressappoco la stessa del Sole, il che fa pensare che possa avere circa la stessa età. Ha una magnitudine apparente di 5,75 ed è quindi appena visibile ad occhio nudo.

Questa stella viene identificata anche con queste sigle: HD 131977, BD -20°4125, LHS 387, LTT 5949, GCTP 3375.00, SAO 183040, FK5 1391, LFT 1161, LPM 551, Vys 726, ADS 9446 e HIP 73184.

Gliese 570 Ab[modifica | modifica sorgente]

Nel 1998 è stato scoperto un presunto pianeta in orbita attorno a Gliese 570 A: Gliese 570 Ab. La sua presenza tuttavia non è stata confermata.[5] Esso dovrebbe avere almeno 3/4 della massa di Giove e percorrerebbe un'orbita circolare alla stessa distanza che separa la Terra dal Sole, nota come unità astronomica.

Nome Massa Semiasse maggiore Periodo orbitale Eccentricità orbitale Scoperta
Gliese 570 Ab >0,75 MJ 1 UA 400 giorni 0 1998

La distanza alla quale un pianeta roccioso dovrebbe trovarsi per avere condizioni climatiche favorevoli allo sviluppo della vita così come la conosciamo è di circa 0,59 UA, cioè circa 88 milioni di km. A tale distanza, il pianeta avrebbe un periodo orbitale di 167 giorni circa. Tuttavia la presenza di un gigante gassoso in un'orbita così vicina potrebbe rendere impossibile l'esistenza di un simile pianeta.

Gliese 570 B e Gliese 570 C[modifica | modifica sorgente]

Questo sistema binario è composto da due nane rosse orbitanti attorno ad un centro comune e distanti tra loro poco meno di una unità astronomica.

Gliese 570 B[modifica | modifica sorgente]

Gliese 570 B possiede metà della massa del Sole, il 60% del suo diametro e solo il 2% della sua luminosità; la sua classe spettrale è M1.5V, che ne fa una nana rossa particolarmente brillante.

La stella risulta invisibile ad occhio nudo perché ha una magnitudine apparente di circa 8,00.

Gliese 570 C[modifica | modifica sorgente]

Gliese 570 C possiede un terzo della massa del Sole, forse metà del suo diametro ma appena lo 0,3% della sua luminosità. La sua classe spettrale è M3-V ed ha una magnitudine apparente di 9.90.

Non sono stati scoperti pianeti di tipo gioviano o nane brune attorno a questo sistema binario o a una delle due stelle. Difficilmente pianeti orbitanti in questo sistema stellare potrebbero presentare condizioni favorevoli alla vita.

Gliese 570 D[modifica | modifica sorgente]

Scoperta nel 2000, questa piccola e fredda nana bruna dista circa 1500 UA dalla componente principale del sistema. È un oggetto di classe T, molto freddo anche per una nana bruna (circa 500 K). Dotata di un'atmosfera ricca di metano, potrebbe avere un'età compresa tra due e cinque miliardi di anni.[6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c van Leeuwen F., Validation of the new Hipparcos reduction in Astronomy and Astrophysics, vol. 474, nº 2, novembre 2007, pp. 653–664, Bibcode:2007A&A...474..653V, DOI:10.1051/0004-6361:20078357.
  2. ^ a b c d Demory, B.-O., et al., Mass-radius relation of low and very low-mass stars revisited with the VLTI in Astronomy and Astrophysics, vol. 505, nº 1, ottobre 2009, pp. 205–215, DOI:10.1051/0004-6361/200911976.
  3. ^ Sixth Catalog of Orbits of Visual Binary Stars. URL consultato il 18 maggio 2008.
  4. ^ Schmitt JHMM, Fleming TA, Giampapa MS, The X-Ray View of the Low-Mass Stars in the Solar Neighborhood in Ap J., vol. 450, nº 9, settembre 1995, pp. 392–400, DOI:10.1086/176149.
  5. ^ Kurster et al., The planet search program at the ESO Coud´e Echelle spectrometer I. Data modeling technique and radial velocity precision tests in Astronomy and Astrophysics, vol. 362, 2000, pp. 585–594.
  6. ^ Burgasser et al., J. Davy Kirkpatrick, Roc M. Cutri, Howard McCallon, Gene Kopan, John E. Gizis, James Liebert, I. Neill Reid e Michael E. Brown, Discovery of a Brown Dwarf Companion to Gliese 570ABC: A 2MASS T Dwarf Significantly Cooler than Gliese 229B in The Astrophysical Journal, vol. 531, nº 1, 2000, pp. L57–L60, arXiv:astro-ph/0001194, DOI:10.1086/312522.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni