Giovanni Federico del Palatinato-Neuburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Palatinato-Neuburg
Wittelsbach
Armoiries électeurs palatins de Neubourg.svg

Ottone col fratello Filippo
Filippo col fratello Ottone
Wolfgang
Filippo Luigi
Wolfgang Guglielmo
Filippo Guglielmo
Giovanni Guglielmo
Carlo Filippo
Carlo Teodoro
Modifica
Stemma di Hilpoltstein, città governata da Giovanni Federico
Stemma di Heideck, città governata da Giovanni Federico

Giovanni Federico del Palatinato-Neuburg (Neuburg, 23 agosto 1587Hilpoltstein, 19 ottobre 1644) fu un nobile tedesco.

Era figlio di Filippo Luigi del Palatinato-Neuburg e di Anna di Jülich-Kleve-Berg.

Alla morte del padre Filippo Luigi nel 1614, i suoi fratelli maggiori Wolfang Guglielmo del Palatinato-Neuburg e Augusto del Palatinato-Neuburg si spartirono i territori paterni lasciando a Giovanni Federico, che era il loro fratello maschio più piccolo, il governo delle città di Hilpoltstein, Heideck e Allersberg[1].

Sposò a Darmstadt nel 1624 Sofia Agnese d'Assia-Darmstadt (Darmstadt, 1604-Hilpoltstein, 1664) andando a vivere a Hilpoltstein. Ivi Sofia Agnese diede alla luce tutti i loro figli.

Nacquero in tutto otto figli ma nessuno di loro riuscì a raggiungere l'età adulta e morirono nella prima infanzia[1]:

  • Filippo Luigi (Hilpoltstein, 26 febbraio 1629-Hilpoltstein, 8 agosto 1632), a cui venne dato il nome del nonno paterno;
  • Giovanni Federico (Hilpoltstein, 25 marzo 1630-Hilpoltstein, 22 maggio 1630);
  • Anna Luisa (Hilpoltstein, 11 ottobre 1626-Hilpoltstein, 23 febbraio 1627);
  • Maria Maddalena (Hilpoltstein, 27 febbraio 1628-Hilpoltstein, 17 giugno 1629);
  • una bambina (22 aprile 1631), morta subito dopo la nascita;
  • Maria Eleonora (Hilpoltstein, 28 marzo 1632-Hilpoltstein, 23 novembre 1632);
  • Giovanna Sofia (Hilpoltstein, 2 settembre 1635-Hilpoltstein, 19 agosto 1636);
  • Anna Maddalena (Hilpoltstein, 5 marzo 1638-Hilpoltstein, 29 luglio 1638).
Stemma di Allersberg, città governata da Giovanni Federico

Morì quindi senza discendenti nel 1644 e venne sepolto a Lauingen. I suoi fratelli invece riuscirono a mettere al mondo una prole che sopravvisse ai padri: Wolfang infatti continuò il ramo del Palatinato-Neuburg, mentre Augusto diede vita a quello del Palatinato-Sulzbach.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Wittelsbach 4
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie