Gilberto di Siria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gilberto di Siria
Jobert of Syria, by Laurent Cars.jpg
7° Grande Maestro dell'Ordine dei Cavalieri Ospedalieri
In carica 1172 - 1177
Predecessore Gastone de Murols
Successore Roger de Moulins
Nascita luogo sconosciuto, data sconosciuta
Morte luogo sconosciuto, 1177

Gilberto di Siria (anche Gilberto, Josberto o Gioberto; ... – 1177) è stato il settimo Gran Maestro dell'Ordine dei Cavalieri Ospitalieri dal 1172 alla sua morte, che viene considerata, per via della sparizione dalle cronache, il 1177.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Egli succedette a Gastone de Murols (1170-1172), secondo quanto aveva stabilito il predecessore di Gastone, Gilbert d'Aissailly, che era ancora vivente, ma era stato deposto. Proprio in memoria dei fatti di quest'ultimo, Gilberto non fu prodigo nello spendere il patrimonio dell'ordine, dimostrandosi responsabile e calibrato nelle emissioni di denaro. Egli si preoccupò della costruzione di numerosi panifici per la produzione di pane bianco per i poveri dell'Ospedale di Gerusalemme. Nell'agosto del 1174, egli si rifiutò di sostenere la campagna navale intrapresa da altri ordini in aiuto alla marina siciliana che stava attaccando l'Egitto con a capo Miles de Plancy, reggente di Gerusalemme. Nel dicembre dello stesso, ad ogni modo, egli aiutò il nuovo Re, Raimondo III di Tripoli, nel pianificare un attacco al Sultano Saladino. Egli e le sue forze vennero minacciati personalmente da Saladino. La battaglia non ebbe luogo, e i franchi lasciarono alcuni ostaggi turchi in cambio di riottenere parte dei propri territori.

Nel 1176, Baldovino IV di Gerusalemme si confermò garante delle terre d'Egitto per l'ordine in cambio dell'assistenza di Gilberto nella campagna che si stava svolgendo in quel sito. Malgrado Gilberto sostenesse la causa egiziana, egli è menzionato per l'ultima volta nel gennaio del 1177, e il suo successore, Roger de Moulins, non aderì a quanto stabilito dal predecessore, il che fa pensare oggi ad un complotto o ad una destituzione forzata.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • G. Manara Storia dell'Ordine di Malta ne' suoi gran maestri e cavalieri, 1846
Predecessore Gran Maestro dei Cavalieri Ospitalieri Successore Blason Ordre Malte 3D.svg
Gastone de Murols 1172-1177 Roger de Moulins
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie